Roger Federer attacca Gerard Piqué: “Non capisce nulla di tennis, è un calciatore”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 agosto 2018 16:12 | Ultimo aggiornamento: 30 agosto 2018 16:12
Roger Federer attacca Gerard Piqué: "Non capisce nulla di tennis, è un calciatore"

Roger Federer attacca Gerard Piqué: “Non capisce nulla di tennis, è un calciatore” EPA/NIC BOTHMA

BARCELLONA (SPAGNA) – Più che un dritto o un rovescio, un vero e proprio smash sotto rete. L’ha messo a segno Roger Federer, uno dei giocatori più amati, ammirati e vincenti della storia del tennis, che ha bocciato il nuovo format della Coppa Davis studiato dalla Kosmos, la società che fa capo a Gerard Piqué, a sua volta uno dei più vincenti nella storia del calcio spagnolo e mondiale, nonché paladino della Catalogna [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play].

Uno scontro a forza di dichiarazioni pubbliche fra due mostri sacri dello sport, i cui titoli conquistati riempiono un’intera bacheca. Nei giorni scorsi, a proposito della riorganizzazione del torneo che mette in palio la famosa ‘insalatiera’, Piqué aveva garantito che il “tennis non diventerà come il calcio”. Intanto, però, la nuova Davis è stata approvata dalla Federazione internazionale (Itf), scatenando la reazione di Re Roger di Svizzera che, al termine della sua partita al primo turno agli Us Open di Flushing Meadows non ha usato perifrasi.

“Le prossime settimane possono essere decisive, ancora non ho parlato con nessuno, però di certo la Coppa Davis non può diventare una Coppa Piqué”. Parole taglienti, che hanno fatto il giro del mondo e che hanno avuto l’eco di un terremoto devastante. E, mentre Piqué garantiva nei giorni scorsi che non avrebbe in alcun modo “trasformato il tennis”, Federer si dice stupito che “un calciatore interferisca nelle cose del tennis”.

Un modo come un altro per dire allo stopper del Barcellona, e ai suoi intenti di modernizzare la Davis, di pensare al ‘suo’ pallone, lasciando in pace palline e racchette. La prima Davis con il nuovo formato dovrebbe essere disputata a Madrid l’anno prossimo e il gruppo Kosmos pensa di spostarla da novembre a settembre, mese in cui è inserita nel calendario internazionale la Laver cup, vale a dire la sfida fra tennisti d’Europa e quelli del Resto del mondo, della quale lo stesso Federer è promotore.

“La cosa migliore di questo inghippo – spiega pero’ sir Roger – è che, alla fine, tutti dovremo sederci attorno a un tavolo per ascoltare le istanze altrui e trovare una soluzione: la Itf, l’Atp e la Laver cup”. Intanto, però, dalla Spagna arrivano accuse nemmeno tanto velate da parte di qualche media che ipotizza una scarsa simpatia di Federer verso la Davis targata Kosmos-Piqué, solo per via del fatto che entrerebbe in conflitto con la ‘sua’ Laver cup. Ma siamo solo alle schermaglie