Fifa, ex manager Blazer: “Tangenti anche per i Mondiali di Francia ’98”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 giugno 2015 22:47 | Ultimo aggiornamento: 3 giugno 2015 22:47
Fifa, ex manager Blazer: "Tangenti anche per i Mondiali di Francia '98"

Fifa, ex manager Blazer: “Tangenti anche per i Mondiali di Francia ’98”

NEW YORK – Lo scandalo mazzette all’interno della Federazione internazionale del calcio si allarga a macchia d’olio. Dopo le indagini sulle assegnazioni dei Mondiali a Russia (2018) e Qatar (2022), l’ex manager della Fifa Chuck Blazer ha ammesso che tangenti sono state pagate anche per il Mondiale del 1998 che si è svolto in Francia. E’ quanto emerge dalla deposizione fatta all’Fbi nel 2013 dalla gola profonda dello scandalo Fifa.

Gli anni in cui venivano prese le decisioni per assegnare i Mondiali e i diritti televisivi erano mossi da tangenti e mazzette, afferma Blazer. L’ex manager della Fifa ammette che anche altri del comitato esecutivo si erano detti d’accordo ad accettare tangenti per la selezione del Sud Africa. ‘‘Sapevo che i fondi coinvolti arrivavano da tangenti ed io e altri abbiamo usato bonifici, email e telefonate per effettuare il pagamento e nascondere la natura della tangente” mette in evidenza nella trascrizione del 2013, riferendosi ai fondi trasferiti dagli Stati Uniti ai Caraibi.