Fiorentina, tifosi con maglietta “Gasperini uno di noi”. Il tecnico dell’Atalanta: “Sfottò ok, insulti no”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Febbraio 2020 18:48 | Ultimo aggiornamento: 8 Febbraio 2020 18:48
Fiorentina, tifosi con maglietta "Gasperini uno di noi". Il tecnico dell'Atalanta: "Sfottò ok, insulti no"

Lo sfottò dei tifosi della Fiorentina, una maglia viola con su sopra scritto: “Gasperini uno di noi”. Il tecnico dell’Atalanta l’ha mostrata durante l’intervista a Sky Sport (fermo immagine)

FIRENZE – Ancora scintille tra il tecnico dell’Atalanta Gasperini ed i tifosi della Fiorentina. Dopo le sue dichiarazioni su Chiesa, definito in passato un  “simulatore”, ad ogni suo ritorno a Firenze viene fischiato, insultato e contestato dai tifosi di casa. Oggi il tecnico dell’Atalanta è stato sfottuto con una maglia della Fiorentina con su sopra scritto “Gasperini uno di noi”. Le sue dichiarazioni a Sky Sport sono riportate da violanews.com.

Fiorentina-Atalanta, Gasperini: “Oggi ci sono state delle belle prese in giro”.

“Oggi sono 3 punti importantissimi, questo è un campo difficile. Non si vinceva da 27 anni per un motivo. La partita è stata complicata e ci siamo trovati anche in svantaggio. Tutto sommato abbiamo fatto di più, meritando la vittoria. Certe volte non è semplice giocare bene bisogna considerare la forza dell’avversario. Loro erano molto pericolosi sui contropiedi.

L’ironia dei tifosi? I messaggi distensivi hanno avuto il loro effetto. Ci sono state delle belle prese in giro (ride mostrando la maglietta “Gasperini uno di noi” ndr). Nel passato forse si è esagerato, nel limite delle cose l’ironia va bene. Adesso mi auguro che Firenze torni a sostenere la sua squadra con forza, preoccupandosi meno degli avversari.

 

“Tabù infranto? Quello di Firenze è un campo storicamente difficile. Siamo partiti bene, poi siamo andati in svantaggio con un tiro che ha sorpreso Gollini. Da lì la partita è diventata più difficile perché la Fiorentina ha giocato negli spazi. Siamo stati bravi perché abbiamo continuato a fare il nostro gioco. Per quello che abbiamo fatto, il risultato, seppur risicato, ci sta.

 

E’ la squadra ad aver vinto la partita, non io. Gomez ha una doppia faccia, può giocare in due modi diversi: può essere centrocampista e attaccante.

 

Zapata? Così va bene. Nel primo tempo sembrava in difficoltà, poi è cresciuto. E’ stato fuori tanto tempo, ci vuole pazienza. Per noi è un terminale offensivo importante.

 

La maglietta dei tifosi viola con scritto ‘Gasperini uno di noi’? Non l’avevo vista, una bella ironia. Se ti danno del pezzo di m…, ci sta anche”.