Franco Janich, l’armadio rossoblu, è morto a 82 anni. Il Bologna piange il suo mitico stopper

di Warsamé Dini Casali
Pubblicato il 2 Dicembre 2019 13:39 | Ultimo aggiornamento: 2 Dicembre 2019 13:39
Franco Janich, l'armadio rossoblu, è morto a 82 anni. Il Bologna piange il suo mitico stopper

Franco Janich (Ansa)

ROMA – E’ morto a 82 anni Franco Janich, colonna del Bologna dal 1961 al 1972: giocò 376 partite in rossoblù (294 in Serie A, più lo spareggio dell’Olimpico per lo scudetto contro l’Inter, 40 in Coppa Italia, 41 in Europa), vincendo uno scudetto (1963/64), una Coppa Italia (1969/70) e una Mitropa Cup (1961). Ne dà notizia il sito del club, con un messaggio: “Addio Franco, campione sul campo e nella vita”.

Nato a Udine il 27 marzo 1937 e cresciuto come stopper nello Spilimbergo in Quarta Serie, esordì in Serie A con l’Atalanta prima di trasferirsi alla Lazio di Bernardini con cui vinse una Coppa Italia. Fu proprio l’allenatore romano a volerlo al Bologna nel momento del proprio passaggio sulla panchina rossoblù. E al Bologna Janich arretrò il raggio d’azione, trasformandosi in libero e formando con Tumburus una grande coppia di centrali.

Grande e grosso, bravo nell’anticipo, formidabile di testa, venne soprannominato l’Armèri, l’armadio in dialetto bolognese. Alla famiglia Janich, che viveva a Nemi, nella campagna laziale “le più sentite condoglianze” di tutto il Bologna Fc 1909. In Nazionale giocò sei partite, chiudendo come molti altri azzurri la sua esperienza ai Mondiali inglesi del ’66 con l’eliminazione dell’Italia da parte della Corea del Nord. (fonte Ansa)