Genoa-Hellas Verona, formazioni Serie A: Gasperini punta su Alberto Gilardino

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Novembre 2013 9:14 | Ultimo aggiornamento: 10 Novembre 2013 9:14
Genoa-Hellas Verona, formazioni Serie A: Gasperini punta su Alberto Gilardino (LaPresse)

Genoa-Hellas Verona, formazioni Serie A: Gasperini punta su Alberto Gilardino (LaPresse)

GENOVA, STADIO LUIGI FERRARIS – Genoa-Hellas Verona, formazioni probabili della partita valida per la dodicesima giornata del campionato italiano di calcio di Serie A.

Leggi anche: ecco cosa è successo ieri. L’addio di Moratti, la papera di Bardi e il ritorno di Zanetti (clicca qui)

GENOA-VERONA ore 12.30

Genoa (3-4-3): Perin; Antonini, Portanova, Manfredini; Vrsaljko, Biondini, Matuzalem, Marchese; Kucka, Gilardino, Antonelli
A disp.: Bizzarri, Donnarumma, Tozser, Sampirisi, De Maio, Cofie, Lodi, Sturaro, Centurion, Fetfatzidis, Bertolacci, Calaiò, Stoian, Konatè. All.: Gasperini
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Gamberini, Santana
Verona (4-3-3): Rafael; Cacciatore, Moras, Maietta, Agostini; Romulo, Jorginho, Hallfredsson; Iturbe, Toni, Jankovic
A disp.: Nicolas, Mihaylov, Albertazzi, Bianchetti, Gonzalez, Laner, Marques, Sala, Rubin, Donati, Donadel, Longo, Martinho, Cacia. All.: Mandorlini
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Cirigliano, Gomez

A Marassi sfida tra due delle 5 squadre della serie A 2013/14 che non hanno ancora segnato con subentranti: come Genoa e Verona anche Chievo, Catania e Bologna. Gasperini ha trasformato il Genoa: 10 punti nelle ultime 5 giornate per i rossoblù con il ritorno del tecnico di Grugliasco. Il Genoa, inoltre, non subisce gol da 234′ in campionato, ossia dal 36′ di Juventus-Genoa 2-0 del 27 ottobre scorso, centro di Tevez. Poi si sommano i restanti 54′ di quella gara e le intere contro Parma (1-0 in casa) e Lazio (2-0 esterno). Verona macchina da gol: nelle 12 gare ufficiali 2013/14 la formazione di Mandorlini non ha segnato solo in Roma-Verona 3-0 dell’1 settembre scorso. Poi undici partite sempre a segno, per un totale di 23 marcature. (Ha collaborato Football Data).

Gli anticipi del sabato. 

Inter batte Livorno 2-0 (1-0).

Inter (3-5-1-1): Handanovic 6, Ranocchia 6, Rolando 6, Samuel 6.5, Jonathan 6.5, Taider 5.5 (37′ st Zanetti 7), Cambiasso 7, Alvarez 5.5 (14′ st Kovacic 6.5), Nagatomo 6.5, Guarin 5.5 (26′ st Belfodil 5.5), Palacio 6. (30 Carrizo, 12 Castellazzi, 6 Andreolli, 54 Donkor, 18 Wallace, 16 Mudingayi, 17 Kuzmanovic, 90 Olsen, 28 Puscas). All.: Mazzarri 6.5.

Livorno (3-5-2): 1 Bardi 5, Valentini 6, Emerson 6.5, Ceccherini 6, Gemiti 5.5 (42′ st Borja sv), Schiattarella 6.5, Luci 6.5, Duncan 5 (1′ st Benassi 5.5), Mbaye 6, Siligardi 5 (20′ st Emeghara 5), Paulinho 6. (22 Anania, 37 Aldegani, 2 Piccini, 5 De Carli, 11 Lambrughi, 7 Belingheri). All.: Nicola 5.5. Arbitro: Peruzzo di Schio 6. Reti: nel pr 30′ aut. Bardi; nel st 46′ Nagatomo. Ammoniti: Duncan, Ranocchia, Samuel e Rolando per gioco falloso; Paulinho per gioco non regolamentare. Angoli: 6-0. Recupero: 2′ e 3′. Spettatori: 39.775, per un incasso di 1.069.267 euro. ** I GOL ** – 30′ pt: cross di Jonathan dalla destra e ‘papera’ clamorosa di Bardi che non trattiene il pallone, facendolo terminare in rete. – 46′ st: grande azione di Kovacic al limite dell’area, passaggio filtrante di Nagatomo che di destro batte Bardi.

Catania batte Udinese 1-0 (1-0).

Catania (4-3-3): Andujar 6, Rolin 5, Legrottaglie 6.5, Gyomber 6, Capuano 6, Almiron 6 (4′ st Izco 6), Tachtsidis 6.5, Guarente 5.5 (20′ st Alvarez 6), Keko 6.5 (26′ st Leto 6), Maxi Lopez 6.5, Castro 6.5. (1 Frison, 35 Ficara, 22 Alvarez, 3 Spolli, 34 Biraghi, 20 Freire, 32 Petkovic). All. De Canio 6.

Udinese (4-4-1-1): Brkic 6.5, Heurtaux 5.5 (16′ st Nico Lopez 5.5), Danilo 6, Domizzi 5 (1′ st Naldo 6), Gabriel Silva 6.5, Basta 5.5, Pinzi 6 (38′ st Allan sv), Lazzari 5.5, Fernandes 6.5, Pereyra 6.5, Muriel 6. (30 Kelava, 19 Douglas, 6 Bubnjic, 27 Widmer, 14 Mlinar, 7 Badu, 52 Merkel, 18 Jadson, 94 Zielinski). All. Guidolin 6. Arbitro: De Marco di Chiavari 5. Rete: nel pt 30′ Maxi Lopez su rigore. Angoli: 6-5 per l?Udinese. Recupero: 1′ e 5′. Ammoniti Domizzi, Basta, Guarente e Maxi Lopez per gioco scorretto, Pinzi per proteste. Spettatori 12.986 (paganti 2.524, abbonati 10.462), incasso 31.700 euro. ** IL GOL: – 30′ pt: Domizzi trattiene vistosamente Legrottaglie in area e De Marco decreta il rigore, trasformato Maxi Lopez con un rasoterra che Brkic intuisce ma non riesce a neutralizzare.