Juventus, Antonio Conte si è dimesso: “L’obbligo di vincere è faticoso” (VIDEO)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Luglio 2014 20:05 | Ultimo aggiornamento: 15 Luglio 2014 20:36
Juventus: Antonio Conte si è dimesso

Antonio Conte

TORINO – Clamoroso in casa Juve. Antonio Conte si è dimesso. Il tecnico bianconero dei tre scudetti di fila ha lasciato a sorpresa la Juventus quando sembrava dovesse prolungare il suo contratto. A fine stagione quella tra Conte e Juventus è stata una telenovela durata un paio di settimane, col tecnico bianconero che alla fine decise di restare ancora per un anno per poi decidere se rinnovare o meno. E invece, appena un giorno dopo l’inizio del raduno dei bianconeri per preparare la prossima stagione ecco la notizia bomba: le dimissioni.

Alla base delle dimissioni ci sarebbero delle divergenze sul mercato con la dirigenza bianconera. Conte chiedeva infatti alla società acquisti di qualità e almeno 3 top player per la prossima stagione, stagione in cui Conte avrebbe dato tutto per vincere la Champions League. La società invece sembra per ora attuare una strategia di mercato che prevede al risparmio e a puntare comunque sui giovani.

Le parole di Conte“C’è stato un percorso in cui ho maturato delle percezioni, delle sensazioni che mi hanno portato a questa decisione”, spiega ai microfoni di Juventus Channel Antonio Conte, precisando però che “vincere è difficile e comporta tanta fatica ovunque e in una società come la Juventus, che vanta una tradizione di vittorie così importante e dove c’è l’obbligo della vittoria, può essere più faticoso rispetto ad altre parti. Ma chi ha dimostrato di essere un vincente sopporta bene la fatica e le pressioni che ne conseguono”. Dal tecnico un profondo grazie ai tifosi “per quello che mi hanno dimostrato in tutti questi anni, sia come allenatore che come calciatore. Mi sono sempre stati vicini, mi hanno fatto sentire il loro amore. C’è l’orgoglio di un percorso fatto in questi tre anni, qualcosa di storico, con tre scudetti e due Supercoppe italiane, il record di punti: tutto questo nessuno potrà togliercelo. Ringrazio tutti i miei calciatori che mi hanno permesso di diventare un tecnico vincente, che mi hanno aiutato a crescere sotto tanti punti di vista. Ringrazio la società, Andrea Agnelli che mi ha scelto tre anni fa, in un momento non facile per la Juve. Ringrazio lo staff tecnico e tutte le persone che hanno lavorato assieme a me per rendere vincente questa Juventus”. Al futuro “ci penserò domani. La Nazionale? In questo momento penso al presente, alla decisione presa e maturata”.

“Grazie Antonio”: così il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, ha accolto la decisione consensuale di Conte pubblicando una lettera sul sito internet della società.”Caro Antonio, sei stato un grande condottiero per i nostri ragazzi e la notizia di oggi mi rattrista enormemente”.

Per la successione? Forse è troppo presto ma tecnici liberi sul mercato per ora ce ne sono pochi, almeno italiani: Allegri, Mancini e Spalletti sono i nomi che circolano, ma c’è da risolvere anche il capitolo Nazionale. Uno di questi infatti sarà con tutta probabilità il prossimo allenatore dell’Italia. A meno che ad andare in azzurro non sia proprio Conte…

Il video in cui conte spiega il perchè delle sue dimissioni: