Leo Messi, incriminato con il padre per presunta evasione fiscale

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Giugno 2013 14:14 | Ultimo aggiornamento: 20 Giugno 2013 14:15
messi

Messi (LaPresse)

BARCELLONA (SPAGNA) – Leo Messi e il padre, Jorge Horacio, sono stati incriminati dalla magistratura spagnola per una presunta evasione fiscale di 4 milioni relativi a proventi sullo sfruttamento dell’immagine non denunciati al fisco negli anni dal 2007 al 2009. La richiesta, avanzata la settimana scorsa dalla procuratrice Raquel Amado è stata accolta dal giudice di Garà, dove risiede il fuoriclasse. Messi e il padre dovranno comparire in udienza il 17 settembre.

Stando alla denuncia della Procura di Barcellona, la presunta strategia di Messi e del padre è consistita nel simulare la cessione di diritti di immagine a società strumentali, con sede in Belize ed Uruguay, e allo stesso tempo, formalizzare contratti di licenza, agenzia o prestazioni di servizio con altre localizzate in giurisdizioni di convenienza, come Regno Unito o Svizzera.

In questo modo, le entrate del fuoriclasse argentino del Barcellona transitavano presuntamente dai paesi europei ai paradisi fiscali, senza essere sottoposte ad alcuna tributazione e “con totale opacita” rispetto alla Finanza spagnola.