Milan bloccato in Portogallo: dopo i rigori infiniti, i rossoneri hanno trovato l’aeroporto chiuso

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 2 Ottobre 2020 11:56 | Ultimo aggiornamento: 2 Ottobre 2020 11:56
Milan bloccato in Portogallo: dopo i rigori infiniti, i rossoneri trovato l'aeroporto chiuso

Milan bloccato in Portogallo: dopo i rigori infiniti, i rossoneri hanno trovato l’aeroporto chiuso (foto Ansa)

Il Milan è rimasto bloccato in Portogallo perché la partita è durata più del previsto e l’ aeroporto locale ha chiuso a causa di un tifone.

Dopo la maratona dei rigori, il Milan è rimasto bloccato in Portogallo a causa di un tifone, lo scalo dell’ aeroporto è stato chiuso poco dopo la mezzanotte e mezza.

Per questo e tanti altri motivi i rossoneri dimenticheranno difficilmente questa surreale trasferta di Europa League.

Il Milan avrebbe dovuto passare il turno senza troppi problemi nonostante l’assenza per Covid di Zlatan Ibrahimovic ed invece è servita una autentica impresa per andare avanti.

La partita non è stata un granché ma supplementari e rigori hanno regalato emozioni a raffica ai tifosi rossoneri.

Infatti dopo l’uno a uno dei tempi regolamentari, la gara è andata ai supplementari ed i rossoneri sono andati subito sotto nel punteggio.

Svantaggio che è durato fino alla fine dei supplementari quando il Milan ha pareggiato i conti in maniera quasi miracolosa.

Infatti un difensore locale ha colpito la palla con le mani regalando un insperato rigore alla squadra lombarda.

Calhanoglu ha pareggiato i conti al 121′ e la partita è terminata ai rigori. Una lotteria ai limiti della realtà, sotto un vento fortissimo.

Tra gol ed errori, dopo ben 24 rigori, il Milan ha passato il turno in Europa League.