Mondiali Brasile 2014: Germania, Svizzera e Belgio qualificate a tempo di samba

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Ottobre 2013 - 23:17 OLTRE 6 MESI FA
Lukaku ha trascinato il Belgio ai Mondiali (LaPresse)

Lukaku ha trascinato il Belgio ai Mondiali (LaPresse)

ROMA – Belgio, Svizzera e Germania. E’ stata la loro serata, visto che queste tre nazionali hanno conquistato la matematica certezza della qualificazione al Mondiale brasiliano.

L’impresa l’hanno fatta i belgi vincendo sul campo di un’avversaria sempre scorbutica come la Croazia, ma lo stato di grazia dei ‘diavoli’ del ct Wilmots è tale che anche questo ostacolo è stato superato con disinvoltura, grazie a una doppietta di quel Lukaku che non smette di segnare, tra Everton e Belgio.

Decine di migliaia di persone si sono riversate nelle vie di Bruxelles e delle altre principali città del paese per festeggiare il ritorno a un Mondiale, il primo per il belgi dal 2002 a oggi. Vittoria esterna, a Tirana contro l’Albania di Gianni De Biasi, anche per la Svizzera che ha messo al sicuro la qualificazione mondiale (la sua terza consecutiva) grazie alle reti di quello Shaqiri che con la maglia rossocrociata non fallisce mai e di Lang.

E’ stata una battaglia, come testimoniano le ammonizioni di Von Bergen e Schar, oltre a quella del portiere Benaglio per perdita di tempo. L’Islanda è in prima fila per il secondo posto in questo gruppo, dopo la vittoria per 2-0 contro Cipro: martedì le basterà vincere in Norvegia per chiudere aritmeticamente davanti alla Slovenia, oggi trascinata da Novakovic (tripletta per lui) contro i ‘vichinghi’ norvegesi. Va in Brasile, come da previsioni, anche la Germania che mette Ko (3-0) l’Irlanda ‘orfana’ di Trapattoni con reti di Khedira, Schuerrle e Ozil hanno scatenato la gioia del pubblico di Colonia.

In questo girone vince con il brivido la Svezia sull’Austria, grazie a un gol di Ibra a 4′ dalla fine e ora i gialloblù sono praticamente certi del secondo posto che darà loro gli spareggi. Nel gruppo G la Bosnia appare vicina a una storica qualificazione grazie al 4-1 su Liechtenstein, con Dzeko che si è fatto trovare pronto all’appuntamento con una doppietta. Rimane comunque in corsa anche la Grecia, grazie all’autorete dello slovacco Skrtel, obiettivo di mercato del Napoli. Rooney trascina l’Inghilterra che batte 4-1 il Montenegro a Wembley e ora è a metà dell’opera.

Martedì le servirà infatti un altro successo, sempre a Wembley ma contro la Polonia, per volare in Brasile. Altrimenti verrà sorpassata dall’Ucraina, che vincerà in casa di San Marino.