Napoli, Mazzarri: “Non mi sono offerto a nessuno”

Pubblicato il 9 Aprile 2011 16:15 | Ultimo aggiornamento: 9 Aprile 2011 16:15

NAPOLI, 9 APR – ”Sono convinto che, anche mancando un giocatore cosi’ importante, questa squadra possa giocarsela con chiunque. Non si offenda nessuno, comunque ma Cavani sarebbe stato meglio se ci fosse stato perche’ in questo momento sta facendo molto bene”. Parla del grande assente della gara di domani, lo squalificato bomber, il tecnico del Napoli, Walter Mazzarri, alla vigilia di una trasferta che giudica molto difficile, alla stregua di un tabu’. E aggiunge una precisazione: di non essersi offerto ad alcuna altra squadra per il futuro. ”Da allenatore a Bologna – spiega – ho sempre perso. Ci aspetta una gara difficile, contro una squadra ed un tecnico che meritano di essere elogiati.

Durante un campionato e’ normale che vi possa essere qualche incidente di percorso ma troveremo una compagine che vorra’ fare una grande gara e dovremo sudarci tutto”. Un match che vedra’ una massiccia presenza di oltre 10 mila tifosi al seguito del Napoli. ”E’ una grande attenzione, una grande pressione che e’ motivo d’orgoglio cosi’ come lo e’ il fatto – sottolinea Mazzarri – di essere li’ a dare fastidio alle corazzate, cioe’ alle due milanesi, alla Juve e alla Roma”.

Per colmare il vuoto di Cavani, Mazzarri fa capire che potrebbe optare per Lavezzi come prima punta ricorrendo al ballottaggio tra Mascara e Zuniga ”anche se potrei optare per un centrocampo piu’ folto”. Infine, un passaggio sul futuro. ”Ho sentito addirittura che mi sarei offerto a qualche squadra. Io sono sempre stato chiamato, ho sempre centrato gli obiettivi. Figuriamoci se mi vado ad offrire. Anzi, vi dico che nessuno mi ha cercato. A Napoli – ha concluso – sto benissimo”.