In fin di vita dopo essere stato pestato da un gruppo: 3 arresti a Caserta

Pubblicato il 9 Aprile 2011 16:44 | Ultimo aggiornamento: 9 Aprile 2011 16:45

CASERTA – La squadra mobile di Caserta, a conclusione di indagini coordinate dalla procura di S. Maria Capua Vetere, ha identificato e catturato in esecuzione di un decreto di fermo tre dei dieci giovani che la sera del 2 aprile scorso, in prossimità della ‘Flora’ vanvitelliana adiacente alla Reggia, hanno ridotto in fin di vita un diciassettenne.

Il ragazzo aveva tentato di reagire a pesanti apprezzamenti rivolti dal gruppo alla ragazza con la quale si accompagnava. I fermati, Andrea Mastroianni, Marco Mazzeo e Yuri Petrillo, sono tre diciannovenni di Recale, centro confinante con Caserta. L’accusa per tutti è di tentato omicidio aggravato da futili motivi.

Il gruppo di giovani – spiega in una nota il procuratore aggiunto di S. Maria Capua Vetere, Luigi Gay – si è scagliato con violenza contro il ragazzo colpendolo con calci e pugni, scaraventandolo più volte contro una vettura in sosta e provocandogli così gravi lesioni.

Nell’ospedale di Caserta il diciassettenne, soccorso dagli avventori di un bar nel quale era riuscito a rifugiarsi sfuggendo al branco – ha sottolineato il capo della Squadra Mobile di Caserta, Angelo Morabito – gli è stato riscontrato un trauma cranico e gravi lesioni alla milza, che i medici sono stati costretti ad asportare. La prognosi è tuttora riservata.