Napoli-Midtjylland: diretta tv e streaming, dove vedere

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Novembre 2015 20:19 | Ultimo aggiornamento: 5 Novembre 2015 20:20
Napoli-Midtjylland: diretta tv - streaming, dove vedere

Napoli-Midtjylland: diretta tv – streaming, dove vedere (foto Ansa)

NAPOLI – La partita Napoli-Midtjylland valida per l’Europa League verrà disputata giovedì 5 novembre 2015 alle ore 19.00. La diretta tv sarà su Sky, con il servizio di streaming che sarà accessibile tramite Sky Go dagli abbonati. L’incontro non verrà trasmesso in chiaro su MTV, dato che la programmazione del canale 8 del digitale terrestre prevede la messa in onda della Lazio.

Le probabili formazioni.

Napoli (4-3-3): Gabriel; Cristian Maggio, Chiriches, Albiol, Strinic; Chalobah, Valdifiori, Diego Lopez; El Kaddouri, Josè Maria Callejon, Gabbiadini. All.: Sarri.

Midtjylland (4-5-1): Andersen; Novak, Sviatchenko, Hansen, Romer; Sparv; Sisto, Poulsen, Andersson, Royer; Pusic. All.: Thorup.

La stanchezza di qualche calciatore della rosa e l’esigenza di battere domani sera, nella prima gara del girone di ritorno, il Midtjylland per chiudere il discorso qualificazione ai sedicesimi di finale di Europa League ed agguantare anche matematicamente la prima posizione in classifica, si scontrano nella mente e nell’animo di Maurizio Sarri. Da un lato il tecnico dei partenopei vorrebbe far riposare quanti più titolari è possibile per averli freschi domenica pomeriggio nella gara di campionato con l’Udinese, dall’ altro vorrebbe avere garanzie sul mantenimento degli equilibri di squadra, indispensabili per battere i danesi.

Questi presupposti spiegano la risposta alla domanda fatta in conferenza stampa di presentazione sul turnover che attuerà. ”La squadra – dice Sarri – sta trovando un suo equilibrio, quindi ci saranno dei cambi ma non eccessivi. Devo far riposare chi ha giocato di più, ma ho uomini validi in alternativa che possono mantenere integra la filosofia di gioco e la fisionomia di squadra”. Una vittoria, questo Sarri ben lo sa, gli consentirebbe nelle due gare che ancora restano da giocare di schierare anche soltanto le riserve, perché il Napoli avrebbe già ottenuto il massimo. Ma anche la Coppa, per Sarri è importante.

”Ho grandissima considerazione dell’Europa League – dice – che io ritengo una competizione molto importante alla quale teniamo molto. L’obiettivo non è solo qualificarci ma anche ottenere il successo per arrivare primi nel girone e poter accedere ad un sorteggio migliore”. Come sempre, riguardo alla formazione che manderà in campo l’allenatore è restio a sbottonarsi. Ma qualche ammissione la fa. ”Maggio – spiega – è un elemento importante per noi e giocherà. Strinic ha avuto qualche difficoltà iniziale di assimilazione degli schemi ma sta progredendo e lo tengo in grande considerazione. Quanto a Reina se mi dice che non è stanco mentalmente gioca di sicuro”. Da Genova il Napoli è tornato con la delusione per la mancata vittoria. Ma la squadra non si è comportata male. ”In linea generale – osserva Sarri – ci è mancato solo il gol e se devo analizzare la prestazione globale, questo è un dettaglio. Magari è un dettaglio importantissimo ai fini del risultato, ma io come tecnico devo guardare l’espressione di gioco. La squadra ha mostrato voglia di vincere, fame e personalità. Di questo sono soddisfatto”.

La rosa che ha a disposizione viene ritenuta sufficiente per affrontare gli impegni di campionato e coppa. ”Con diciotto persone – dice Sarri – si può fare un colpo di Stato e prendere il potere. Li ritengo più che sufficienti, poi per noi, in questa fase della stagione, era importante trovare un’identità di squadra dando continuità ad una formazione”. A gennaio, comunque, si potrà riparlare di eventuali rinforzi. ”In effetti – ammette Sarri – non c’è un nessuno che abbia le caratteristiche di Callejon. Vedremo a gennaio, con il direttore e con il presidente cosa si potrà fare sul mercato. Ma può darsi pure che a fine dicembre non avremo bisogno di nessuno”.