Nuoto. Lochte batte Phelps nei 200 misti, il campione manca il poker in California

Pubblicato il 7 agosto 2010 14:44 | Ultimo aggiornamento: 7 agosto 2010 15:56

Michael Phelps

Il pluriolimpionico Michael Phelps è  stato battuto nei 200 misti da Ryan Lochte, che lo ha preceduto di oltre un secondo, ai campionati nazionali statunitensi in corso a Irvine, in California, impedendogli così di fare poker dopo le vittorie nei 200 stile libero e nei 100 e 200 farfalla.

Campione e primatista mondiale dei 200 misti – il record (1’54”10) l’ha stabilito, togliendolo proprio a Phelps, il 30 luglio 2009 ai Mondiali di Roma – Lochte non aveva mai battuto in vasca il rivale, numero 1 della specialità tra il 2003 e il 2009, quando il re di Pechino 2008 decise di concentrarsi sul libero e la farfalla.

”E’ un’impressione formidabile, era tempo che ci provavo (a superare Phelps, ndr), finalmente ci sono riuscito”, ha dichiarato Lochte, che ha fatto registrare il tempo di 1’54”84 miglior prestazione mondiale dell’anno, contro 1’55”94 per il rivale, indietro soprattutto nella rana. Con le vittorie ottenute finora ai campionati Usa di Irvine, Phelps – otto ori alle Olimpiadi di Pechino, di cui sette con record mondiale – ha tagliato il traguardo dei 50 titoli nazionali.

E può arrivare a 51, perchè sarà impegnato anche nei 100 dorso. Quanto a Lochte, un’ora prima di vincere i 200 misti aveva conquistato la medaglia d’argento nei 100 stile libero, vinti in 48”41 da Nathan Adrian, che si era già  imposto nei 50 il giorno prima. Tra le donne, il titolo dei 200 farfalla è andato a Kathleen Hersey (2’07”00), quello dei 200 dorso a Elizabeth Beisel (2’08”50).