Pordenone, 4000 tifosi invadono Milano: San Siro è neroverde

Pubblicato il 12 dicembre 2017 22:35 | Ultimo aggiornamento: 12 dicembre 2017 22:35
INTER-PORDENONE-TIFOSI-FOTO

Pordenone, 4000 tifosi invadono Milano: San Siro è neroverde ANSA

MILANO – Comunque vada, sara’ un successo: per il Pordenone, la partita contro l’Inter – valida per gli ottavi di finale di Coppa Italia – è un’avventura, in ogni caso, a lieto fine. Emozioni forti per i circa 4 mila tifosi neroverdi che sono arrivati a Milano in pullman o in auto, sfidando neve, gelo e nebbia.

Il presidente del club di Lega Pro Mauro Lovisa fa una promessa ardita, convinto delle potenzialita’ della sua squadra: “In caso di vittoria, sono pronto a tornare a casa a piedi. Vogliamo dar continuità a tutto il lavoro di questi anni. Siamo pronti per sbarcare in Serie B, anche se quest’anno dobbiamo recuperare e abbiamo davanti il Padova”. Obiettivo promozione, come recita uno degli slogan più riusciti del Pordenone: “194 anni di storia e mai stati in B”.

Un modo di sentirsi grandi come i nerazzurri, ribaltando e parafrasando l’adagio che sottolinea come l’Inter non sia mai retrocessa. Modi opposti di vivere la serie cadetta. Il Pordenone gioca con la blasonata compagine di Luciano Spalletti, prendendola bonariamente in giro. Cosi’ fa il ‘verso’ alla squadra del Triplete, adattando il famoso hashtag #interiscoming e riscrivendolo cosi’ su Twitter: “Siete pronti a fare una bella figurina? #figurinaiscoming” .

Un cinguettio accompagnato dalla classica figurina Panini che ritrae la formazione neroverde. Non l’unico in questi giorni di attesa conditi da una robusta ironia dimostrata dai responsabili comunicazione del club ai quali e’ stato anche ritoccato lo stipendio. Ma sono i tifosi a essere protagonisti della gelida e nebbiosa serata milanese: loro non vogliono perdere l’opportunita’ di coltivare il piu’ ambizioso dei sogni e di fare lo sgambetto alla grande Inter capolista. Sin dalle prime ore del pomeriggio, le aree di servizio veronesi e bresciane sono state pacificamente invase dai supporter neroverdi in viaggio verso San Siro.

I 4.000 fan dei ‘ramarri’ – cifra record che non trova riscontro nello stadio casalingo che conta 3089 posti – hanno fatto una sosta divisi tra Soave e Desenzano (Verona) dove sono stati accolti come star dello spettacolo. Poi, cancelli aperti e la festa e’ proseguita allo stadio dove hanno riempito il secondo anello della CurvaSud. Gran sventolio di bandiere per un tifo maturo, caldo, corretto.

Tutti in piedi per l’intera durata della partita, per loro come una finale di Champions. Vittoria o sconfitta poco importa, la vera favola è esserci stati in uno stadio storico e prestigioso, capace di contenere 80 mila persone.

Tutti i cittadini di Pordenone – poco piu’ di 50 mila – non sarebbero bastati a riempire San Siro, stasera più che mai Scala del Calcio con red carpet riservato solo agli ospiti.