Real e Atletico Madrid, l’idea per ricominciare: partite nei centri sportivi

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 30 Aprile 2020 20:00 | Ultimo aggiornamento: 30 Aprile 2020 17:36
Real e Atletico Madrid, l'idea per ricominciare: partite nei centri sportivi

Real e Atletico Madrid, l’idea per ricominciare: partite nei centri sportivi (foto Ansa)

MADRID (SPAGNA) – In Spagna, come in Italia, stanno pensando ad ogni soluzione possibile per far ripartire il campionato di calcio.

L’ultima trovata è quella elaborata da Real e Atletico Madrid.

Le due società di Madrid hanno messo da parte la rivalità per realizzare insieme un progetto per far ripartire il calcio in Spagna.

Secondo questo progetto, le partite non si giocherebbero più negli stadi ma nei campi dei centri sportivi dei club (ovviamente a porte chiuse).

Questa è una fase in cui i soldi dei diritti tv sono in bilico e quindi le società di calcio devono prodigarsi per risparmiare.

Giocando le partite nei centri sportivi, le società non dovrebbero più investire denaro nella costosa manutenzione degli stadi.

Per adesso si tratta solamente di una idea perché Real e Atletico non hanno ancora avuto modo di confrontarsi con le altre società spagnole.

Anche in Italia, i club e la federazione vogliono far ripartire il campionato.

Intanto ci sono solo due certezze.

La prima è che gli allenamenti nei centri sportivi dei club saranno nuovamente possibili dal 18 maggio.

La seconda è che la Uefa, indipendentemente dalla ripresa dei singoli campionati nazionali, porterà comunque a compimento le coppe europee, con finali nell’ultima settimana di agosto.