Roma: complotto per deprezzare il titolo in borsa?

Pubblicato il 24 Settembre 2010 - 10:15 OLTRE 6 MESI FA

Complotto contro la Roma?

I tifosi romanisti gridano al complotto. Amarezza per l’andamento scadente della loro squadra e consapevolezza che qualcosa si stia muovendo a livello societario.

Si ipotizzano giochi di palazzo finalizzati, non tanto a danneggiare la squadra in classifica, ma piuttosto a deprezzare la Roma in questa delicata fase di cessione del pacchetto di controllo (68%).

Qualcosa non quadra al giornalista Carlo Zampa: “A Brescia, feudo leghista, abbiamo assistito all’inversione della cosiddetta sudditanza psicologica, dove a beneficiare di sviste arbitrali  è stata la squadra meno quotata. E’ poi dei giorni scorsi l’attacco della Lega a UniCredit per le attenzioni riservate all’As Roma e lo scossone che ha investito il vertice dell’istituto di credito”.

Ieri la Roma ha perso il 2,50% in borsa.

Se il valore della Roma dovesse scendere a causa delle sconfitte, potrebbero aumentare le chance di gruppi romani, in quanto appaiono disposti a offrire di meno rispetto a eventuali pretendenti stranieri.