Roma, ricorso pronto contro chiusura curva Sud

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Dicembre 2013 12:26 | Ultimo aggiornamento: 18 Dicembre 2013 12:26
Roma, ricorso pronto contro chiusura curva Sud

La curva Sud della Roma chiusa contro il Verona (LaPresse)

ROMA – Dalla Roma parte un preannuncio di reclamo contro la chiusura delle curve per le partite interne della Roma contro Catania e Genoa.

Il ricorso che il club al 99% presenterà non intende in alcun modo giustificare razzismo e roba simile. Si basa soltanto su alcune incongruenze di fatto e giuridiche che la società ritiene di avere rilevato nel dispositivo della decisione.

Non “Rossoneri squadra di neri” , bensì “Rossoneri carabinieri”, inventato a suo tempo dai fan della Juve, sarebbe il coro incriminato. Si obietterà poi che il regolamento prevede la chiusura delle curve nella seconda gara casalinga successiva alla sentenza. Lo dice l’articolo 22 del codice di giustizia sportiva.

Alla Roma si chiedono poi come abbia fatto il procuratore federale a stabilire che “i tifosi della società Roma posizionati nel settore ospiti… assistono normalmente alle partite casalinghe nel settore denominato Curva Sud”.

Il quarto punto delle obiezioni riguarda la fonte di cui si è servito il procuratore federale per formulare l’accusa. La sentenza parla genericamente di collaboratori.

Delicatamente si farà notare che se la sanzione fosse stata irrogata su notizie fornite dalle forze di pubblica sicurezza la procedura diventerebbe vagamente irrituale. Margini per una revisione esistono.

Comunque la Roma non ha preso in considerazione l’ipotesi di far entrare nelle curve eventualmente chiuse bambini e accompagnatori come ha fatto la Juventus in una situazione analoga. Semplicemente perché, anche se nessuno a Trigoria lo dirà mai, qualora punizione debba essere è giusto che venga scontata per intero, lasciando vuoti i settori colpiti.