Scommesse, quote Snai: Italia e Spagna favorite su Croazia e Irlanda

Pubblicato il 17 Giugno 2012 17:55 | Ultimo aggiornamento: 17 Giugno 2012 17:55

DANZICA, POLONIA – Cambi in vista nell’Italia che domani sera affrontera’ l’Irlanda nell’ultima partita del girone C. Con Balotelli non in perfette condizioni, salgono le quotazioni per Di Natale titolare.

E se l’Italia rimane sempre favorita sul team di Trapattoni (quota 1,25, pareggio a 5,75, sconfitta a 11), si abbassa la quota per Di Natale primo marcatore, ora a 4,00, seguito da Cassano, quotato 5,50. Per Pirlo quota 10. Difficile vedere a segno l’Irlanda, almeno prima di un gol azzurro: quota 12 per Keane, 18 per Duff e McGeady. Risultato piu’ probabile il 2-0 per gli azzurri, quotato 5,00, davanti all’1-0 (6,50), al 3-0 (7,00) e al 2-1 (8,00).

Su italia-Irlanda Snai accettera’ scommesse live, come per la contemporanea Croazia-Spagna. La vittoria delle Furie Rosse e’ a quotata 1,70, il pareggio a 2,75, la vittoria croata a 8,50. Pur in attesa di una Spagna votata ai tre punti, non si puo’ non sottovalutare un possibile ampio turnover da parte di del Bosque, che si ritrova con cinque diffidati. In questa partita, come noto, il 2-2 (o pareggi con almeno tre gol per parte) condannerebbe l’Italia anche in caso di vittoria sull’Irlanda: quotisti e scommettitori ritengono sempre meno probabile questo risultato, tanto che la quota, rispetto a ieri, e’ passata da 5,50 a 7,00, la stessa offerta per 1-0, 2-0 e 2-1 per la Spagna.

La quota piu’ bassa (6,00) corrisponde al risultato esatto di 1-1: se accadesse, l’Italia passerebbe ai quarti di finale vincendo almeno per 3-1, risultato quotato 10 da Snai, in virtu’ del miglior ranking Uefa. Per concludere: i tifosi/scommettitori italiani danno ampia fiducia alla nazionale, tanto che il 97% delle scommesse su Italia-Irlanda viene giocato sul segno ”1”; lo stesso vale per la Spagna, non ci si attendono calcoli dai campioni d’Europa e del Mondo in carica, e l’85% delle scommesse viene giocato sulla sconfitta della Croazia.

Solo il 12% viene giocato sul pareggio, risultato che – tranne per il 2-2 – permetterebbe comunque all’Italia di accedere ai quarti. Il 3% viene giocato sulla vittoria della Croazia, risultato che consentirebbe comunque il passaggio del turno all’Italia.