Serie A, Catania-Palermo 2-0: doppietta di Maxi Lopez

Pubblicato il 3 Aprile 2010 20:51 | Ultimo aggiornamento: 3 Aprile 2010 20:51

Una doppietta di Maxi Lopez affonda il Palermo nel derby e rilancia la classifica di un Catania che prende sempre più le distanze dalla zona retrocessione. Sorprende la squadra di Mihajlovic, brava a sfondare con Maxi Lopez nel primo tempo, e abile nella ripresa a gestire il doppio vantaggio.

Delude quella di Delio Rossi, che pure nel derby cercava i punti per confermarsi in zona Champions League alle spalle delle grandi.

Mihajlovic (squalificato, in panchina Marcolin) schiera un Catania tre punte,  con Maxi Lopez tra Martinez e Mascara. Poi un centrocampo con Izaco a destra, Ricchiuti a sinistra e Biagianti in mezzo. In difesa Silvestre e Terlizzi tra Alvarez e Capuano.

Nel Palermo, fuori causa Bresciano, Simplicio e Bovo, Delio Rossi si affida al collaudato 4-3-1-2 con Pastore alle spalle della coppia Miccoli-Cavani. Poi la linea a tre Migliaccio-Liverani-Nocerino a protezione della difesa.

Rosanero subito pericolosi con Miccoli, che da posizione defilata impegna severamente Andujar, che non sbaglia l’intervento. Poi due tiri fuori bersaglio di Pastore e Cavani prima del gol, a sorpresa, del Catania: Goian perde palla e Maxi Lopez batte Sirigu con un preciso diagonale.

E’ la svolta della partita. Una volta in vantaggio la squadra di Mihajlovic prende coraggio. Rischia su un paio di ripartenze di Pastore, ma a metà tempo passa ancora. Martinez ruba palla a Liverani e serve Maxi Lopez, che di destro e da posizione ravvicinata batte per la seconda volta Sirigu.

Nella ripresa il Palermo cerca di accorciare le distanze, ma le conclusioni a ripetizione di Miccoli, Pastore e Cavani non hanno grossa fortuna. Ci prova pure Balzaretti, ma il suo sinistro non trova la porta.

Delio Rossi cerca di sbloccare la partita inserendo Bertolo al posto di un poco ispirato Liverani, poco dopo Miccoli per Hernandez. Ma la partita non cambia e il Catania sfiora il tris in due occasioni, sempre con Mascara in contropiede.

Poi  una buona occasione per i rosanero con Cavani, che da posizione ravvicinata calcia su Andujar.

La festa è tutta del Catania. Il Palermo esce dal campo a testa bassa.