Serie A, Livorno-Palermo 1-2: Le pagelle della partita

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 18 Ottobre 2009 - 18:16 OLTRE 6 MESI FA
Livorno-Palermo 1-2: Balzaretti gol della vittoria

Livorno-Palermo 1-2: Balzaretti gol della vittoria

Il Palermo di Walter Zenga, dopo la prestigiosa vittoria per 2-0 contro la Juventus, si ripete sul difficile campo del Livorno. Le marcature portano la firma di Danilevicius, al primo gol in campionato, Miccoli, autore del gol del pareggio, e Balzaretti al primo gol in Serie A. Ecco le pagelle di Livorno-Palermo:

Livorno:

DE LUCIA 6- Non può davvero nulla sulle belle marcature di Miccoli e Balzaretti. La difesa non lo protegge adeguatamente. Continua il periodo no del Livorno di Ruotolo. Sconfitta pesante perchè scaturita davanti al pubblico amico.

MIGLIONICO 5- Inedeguato a questi livelli. Deconcentrato ed eccessivamente falloso. Deve migliorare sia dal punto di vista tecnico che da quello atletico. Bocciato inesorabilmente.

PERTICONE 6- Il migliore della retroguardia del Livorno. La sua squadra soffre incredibilmente al cospetto degli attacchi di Miccoli, Simplicio e Balzaretti. Ci mette grinta e carattere. Promosso.

RAIMONDI 5.5- La sua prestazione è a due volti: ottima in fase offensiva, disastrosa in quella difensiva. Non merita la sufficienza. Ottime qualità atletiche.

PIERI 5- L’ex esterno difensiva di Sampdoria ed Udinese esce malconcio dalla partita contro il Palermo. Balzaretti lo punta e lo supera spesso. Prestazione negativa da parte del tornante del Livorno.

BERGVOLD 5.5- Il giovane centrocampista danese alterna cose buone a cose meno buone. Bravo in fase d’impostazione, paga molto dal punto di vista del dinamismo. Lento e compassato spesso è in difficoltà a centrocampo.

MORO 6- Molta corsa ed impegno al servizio del Livorno. Sfiora la via del gol. Non sarà un fuoriclasse ma le sue caratteristiche sono preziose per il gioco degli amaranto.

PULZETTI6- Vale per lui lo stesso discorso fatto per Moro. Giocatori del genere servono a dare nuova linfa alla lenta e prevedibile manovra del Livorno. Si impegna e da tutto per la sua squadra.

RIVAS 5- In ritardo di preparazione rispetto ai compagni di difesa. L’ex Inter mette in evidenza tutte le sue carenze difensive. Miccoli e Simplicio lo superano ripetutamente. Bocciato.

TAVANO 6- Leggermente meglio rispetto a Lucarelli. Ci mette grande impegno, rispetta con dedizione le consegne tattiche di Gennaro Ruotolo. Non punge mai in fase offensiva. Deve trovare il gol. Gli amaranto hanno bisogno delle reti dei loro attaccanti.

CRISTIANO LUCARELLI 5.5- Il capitano del Livorno non riesce ad incidere come in passato. Non trova la via del gol e questo lo innervosisce terribilmente. Non ha più la sveltezza ed i riflessi di un tempo. Deve sbloccarsi presto per tornare utile alla causa amaranto.

CANDREVA 6.5- Il suo innesto in campo dona creatività e fantasia al gioco del Livorno. Le sue punizioni e le sue conclusioni verso la porta del Palermo sono sempre estremamente pericolose. Da una sua conclusione a rete scaturisce il gol di Danilevicius. Un giocatore di un’altra categoria.

DANILEVICIUS 6.5- Ha il merito non da poco di realizzare il gol del Livorno. Il problema più grande degli amaranto è proprio la sterilità sotto porta. Il Nazionale della Lituania si candida per una maglia da titolare. Gol da bomber di razza.

CELLERINO 5.5- Il centravanti argentino, in passato nel mirino anche della Lazio, si dimostra inadeguato per un campionato difficile come quello di Serie A. Subentra nel finale alla ricerca disperata del gol del pareggio.

Palermo:

RUBINHO 5.5- Torna titolare per via dell’assenza di Sirigu e non convince assolutamente. Sul gol di Danilevicius dimostra poca reattività, in altre occasioni mostra insicurezza. Un portiere da recuperare.

BALZARETTI 7- Solita prestazione gagliarda. Ottimo il suo rendimento in fase difensiva, molto bravo anche in fase di spinta. Trova abilmente il primo gol in Serie A. L’importanza di questa rete è testimoniata dal fatto che da tre punti preziosi al Palermo di Walter Zenga.

BOVO 6.5- Il difensore centrale ex Roma porta a compimento una prestazione di tutto rispetto. Non sbaglia un intervento, è sempre attento e concentrato. Zenga sa che può sempre contare su di lui.

CASSANI 6- Buona prestazione da parte del terzino destro del Palermo. Considerando la carenza di esterni di difesa che c’è in Italia probabilmente meriterebbe, dopo molte stagioni di buon livello, una chances in Nazionale.

KJAER 6.5- Il lungo difensore della Danimarca rimane uno dei giocatori più promettenti della Serie A. Per qualità tecniche ed atletiche ha un futuro roseo davanti a lui. Deve migliorare solamente nell’attenzione. Non riesce a rimanere concentrato durante tutti i novanta minuti. L’età è dalla sua parte.

BRESCIANO 6- Il centrocampista della Nazionale Australiana è uno dei migliori incursori del campionato di Serie A. Preziosa la sua regia in mezzo al campo.

MIGLIACCIO 5.5- Prestazione al di sotto delle sue possibilità. Nonostante questo non manca mai la sua determinazione e la sua quantità a centrocampo.

PASTORE 5.5- La qualità non gli manca ma, quando si tratta di lottare, alle volte sparisce dal campo. Deliziosi i suoi dribbling e le sue verticalizzazioni di prima intenzione. Può diventare, nei prossimi anni, uno dei migliori fantasisti d’Europa.

SIMPLICIO 7.5- Il migliore in campo. Un centrocampista completo. Sa inserirsi come nessun altro, sa trovare la via del gol con continuità, sa fornire assist deliziosi. Un centrocampista moderno e totale. Come lui ce ne sono davvero pochi e per questo Zamparini dovrà fare il possibile per mantenerlo in squadra.

MICCOLI 7- Sempre pericolosissimo in area di rigore avversario. Realizza con un delizioso pallonetto la rete del pareggio ma, prima del gol, sciupa clamorosamente una comoda palla gol a tu per tu con De Lucia. I suoi dribbling lo rendono un giocatore unico ed imprevedibile.

CAVANI 5.5- Il giocatore uruguaiano sembra in una fase della stagione in cui ha bisogno di rifiatare. Dopo la magnifica prestazione ed il gol contro la Juventus si prende un turno di riposo. Rimane un centravanti straordinario.

SUCCI 6- Grande impegno e determinazione al servizio del Palermo. Non riesce a trovare la via del gol. Pedina fondamentale nella rosa del Palermo. L’ex Ravenna si impegna sempre fino in fondo.

BERTOLO 6- Minuti importanti per il giovane calciatore del Palermo. Il futuro è dalla sua parte.