Sport

Sì alla moviola in campo: campagna della Gazzetta dello Sport

Sepp Blatter

La moviola in campo è una salvaguardia per la regolarità del calcio. Episodi come quello di Thierry Henry contro l’Irlanda e quello di Frank Lampard contro la Germania ai Mondiali non possono passare impuniti.

Bandita dalla Rai, invocata ai bordi del campo.

La moviola come una coperta: chi la tira da una parte, chi dall’altra. La Gazzetta dello Sport prova ad immaginare l’utilizzo in partita con la consapevolezza che la Fifa, per il momento, non ha alcuna intenzione di aprire sul serio alla tecnologia.

Per ora i vertici del calcio hanno semplicemente allargato l’esperimento dei giudici di porta.

Al massimo nelle prossime sessioni dell’International Board si parlerà dei sensori sulla linea di porta per eliminare il problema del “gol fantasma”.

Non è detto però che la discussione possa portare ad una decisione concreta. Anzi. In 80.000 hanno detto si all’iniziativa del giornale rosa più famoso d’Italia.

La “Gazza” sta raccogliendo firme per promuovere la moviola in campo. Una necessità dopo le polemiche e gli errori arbitrali dell’ultima coppa del mondo in Sudafrica. Questo appello presto sarà recapitato alla Fifa.

To Top