Euro 2012, Spagna-Francia: formazioni, Fernando Torres titolare

Pubblicato il 23 Giugno 2012 10:23 | Ultimo aggiornamento: 23 Giugno 2012 10:23

DONETSK, UCRAINA – Le formazioni di Spagna-Francia, terzo incontro dei quarti di finale di Euro 2012 in programma alla Donbass Arena di Donetsk (ore 20.45):

SPAGNA (4-2-3-1): 1 Casillas, 17 Arbeloa, 3 Pique’, 15 Sergio Ramos, 18 Jordi Alba, 14 Xabi Alonso, 16 Busquets, 21 David Silva, 8 Xavi, 6 Iniesta, 9 Torres. (12 Victor Valdes, 23 Reina, 2 Albiol, 4 Javi Martinez, 5 Juanfran, 7 Pedro, 10 Fabregas, 11 Negredo, 13 Mata, 19 Llorente, 20 Cazorla, 22 Jesus Navas). All.: Del Bosque.

FRANCIA (4-3-3): 1 Lloris, 2 Debuchy, 4 Rami, 11 Koscielny,  3 Evra,  17 M’Vila, 18 A.Diarra, 6 Cabaye, 11 Nasri, 10 Benzema, 7 Ribery. (16 Mandanda, 22 Clichy, 13 Reveillere, 19 Martin, 12 Matuidi, 8 Valbuena, 20 Ben Arfa, 9 Giroud, 14 Menez, 15 Malouda, 23 Carrasso). All.: Blanc.

Arbitro: Rizzoli (Ita).    Quote Snai: 1,80; 3,40; 4,50.

Sono 30 i precedenti assoluti tra le nazionali maggiori di Spagna e Francia (3 in fasi finali Europee, 1 in fasi finali Mondiali, 2 in qualificazioni Europee e 24 in amichevole) con bilancio di 13 successi della Spagna, 6 pareggi ed 11 vittorie della Francia. Considerando le sole 6 sfide disputate in grandi competizioni internazionali ufficiali (Europei, Mondiali e qualificazioni Europee) la Spagna non ha mai vinto ed ha sempre subito gol: score di un pareggio e 5 affermazioni della Francia, con 13 reti all’attivo dei transalpini.

Sono tre i precedenti tra le nazionali maggiori dei due paesi in fasi finali degli Europei e finora la Spagna non ha mai vinto ed ha sempre subito gol: score – favorevole ai francesi – di 2 successi ed 1 pareggio, con 5 reti all’attivo per i transalpini. Il primo confronto risale al 27 giugno 1984 quando, nella finalissima di Parigi, la Francia si impose per 2-0 con di reti Platini (57′) e Bellone (90′). Seconda sfida il 15 giugno 1996 quando, nella fase a gironi, a Leeds fu pareggio per 1-1 con gol del francese Djorkaeff (48′) e dell’iberico  Caminero (85′).

In ultimo si ricorda la gara valida per i quarti di finale di Belgio/Olanda 2000 a Bruges, con vittoria transalpina per 2-1: vantaggio francese di Zidane (32′), pareggio spagnolo di Mendieta (38′ su rigore) e rete del definitivo successo francese di Djorkaeff (44′); al 90′ Raul falli’ il rigore del possibile 2-2.

E’ in corso la serie positiva piu’ lunga della Spagna nella storia delle fasi finali degli Europei: 9 gare senza sconfitte, striscia verificatasi nelle 6 gare del vittorioso cammino di Austria/Svizzera 2008 e nelle 3 della fase a gironi ad Euro 2012, con bilancio di 7 successi (4-1 sulla Russia, 2-1 sulla Svezia, 2-1 sulla Grecia, 3-0 sulla Russia nuovamente e 1-0 sulla Germania nel 2008; 4-0 sull’Irlanda ed 1-0 contro la Croazia nel 2012) e 2 pareggi (0-0 dopo over-time contro l’Italia, 4-2 iberico ai rigori ed 1-1 – sempre contro gli azzurri – nel 2012).

Nelle ultime 6 gare delle fasi finali europee, la Spagna ha subito una sola rete, quella di Di Natale al 61′ di Italia-Spagna 1-1 del 10 giugno scorso. Nelle altre 5, 0-0 contro l’Italia al 120′ ai quarti 2008, 3-0 sulla Russia nella semifinale 2008, 1-0 alla Germania nella finalissima 2008, 4-0 all’Irlanda e 1-0 alla Croazia nei gironi 2012, la porta iberica e’ sempre rimasta inviolata.

Il Ct francese Blanc conta 2 precedenti da giocatore contro la Spagna in fasi finali degli Europei: Blanc era infatti in campo sia il 15 giugno 1996 nel pareggio per 1-1 a Leeds nella fase a gironi, che il 25 giugno 2000 a Bruges nel successo transalpino per 2-1 nei quarti di finale.

L’arbitro, Nicola Rizzoli, nato il 5 ottobre 1971 a Mirandola (Modena), e’ internazionale dal 2007. Di professione architetto, ha come hobbies la fotografia e giocare a tennis ed anche a pallavolo. E’ alla terza presenza ad Euro 2012 dopo Francia-Inghilterra 1-1 e Portogallo-Olanda 2-1, nelle fasi a gironi.

Spagna al debutto assoluto con Rizzoli, ma al quarto incrocio con arbitri italiani agli Europei: il bilancio e’ di 1 successo iberico (1-0 nella finalissima sulla Germania del 2008, dirigeva Rosetti), 1 pareggio (1-1 contro la Bulgaria nella fase a gironi 1996, direttore di gara Ceccarini) ed 1 sconfitta (1-2 proprio dalla Francia nel 2000, dirigeva Collina).

La Francia e’ al secondo incrocio con Rizzoli dopo l’1-1 sopra citato contro l’Inghilterra dell’11 giugno scorso. Quattro gli incroci della Francia con fischietti italiani agli Europei: in bilancio 2 successi (3-2 nel 1984 sul Portogallo dopo over-time, arbitro Bergamo e 2-1 sulla Spagna nel 2000, direttore di gara Collina), 1 pareggio (il sopradetto 1-1 contro l’Inghilterra dell’11 giugno scorso) ed 1 sconfitta (0-2 dalla Cecoslovacchia nel 1960, dirigeva Jonni).