Us Open: Schiavone super, ora aspetta Venus Williams o Peer ai quarti

Pubblicato il 6 Settembre 2010 10:11 | Ultimo aggiornamento: 6 Settembre 2010 10:12

Francesca Schiavone

Obiettivo quarti centrato per Francesca Schiavone, numero 6 del tabellone degli US Open. Sul campo del ‘Louis Armstrong Stadium’ la 30nne milanese ha sconfitto per 6-3 6-0, in un’ora ed otto minuti di gioco, la russa Anastasia Pavlyuchenkova. È la seconda volta in carriera che la Schiavone raggiunge i quarti a Flushing Meadows: le era già accaduto nel 2003 quando perse poi da Jennifer Capriati.

Francesca è anche l’unica tennista italiana ad aver raggiunto almeno i quarti di finale in tre dei quattro appuntamenti dello Slam (Roland Garros, Wimbledon e US Open). L’azzurra, quest’anno trionfatrice al Roland Garros, ha giocato oggi una partita a senso unico, condizionata da una Pavlyuchenkova con un evidente problema al braccio destro.

Tennista giovane ed in grande crescita, la 19enne di Samara nel 2010 ha vinto a Monterrey e Istanbul: Anastasia giocava per la prima volta in carriera gli ottavi in un torneo dello Slam. Ma la Schiavone non le ha dato chance, spegnendo fin da subito (3-0) qualsiasi velleità della russa di rientrare in partita.

C’è stata un’unica palla break offerta dall’azzurra sul 2-0 del primo set ed annullata. Nei primi quattro turni la milanese ha concesso ben poco alle rivali: un gioco alla giovane giapponese Ayumi Morita all’esordio, tre a Maria Elena Camerin al secondo turno, sei alla Bondarenko al terzo turno, tre alla Pavlyuchenkiva (seppure un pò acciaccata) negli ottavi.

Partite convincenti per la campionessa di Parigi capace di infiammare il pubblico con colpi spettacolari come uno straordinario passante tirato tra le gambe, stile Roger Federer, nel match di terzo turno contro contro Alona Bondarenko. Nei quarti Francesca troverà la vincente del match tra Venus Williams, testa di serie n. 3, e l’israeliana Shahar Peer, autrice al terzo turno dell’eliminazione di Flavia Pennetta.