Usain Bolt fa tripletta: oro alla staffetta, di nuovo record del Mondo

Pubblicato il 12 agosto 2012 8:00 | Ultimo aggiornamento: 12 agosto 2012 9:32
usain bolt

Usain Bolt dopo la vittoria alla staffetta 4×100 (Foto LaPresse)

LONDRA – Non si placa la furia Usain Bolt, ed è record: terza gara, quella della staffetta 4×100 sabato sera, terzo oro e, stavolta, un altro record del mondo. Il marziano giamaicano ha concluso una strepitosa frazione della 4×100 suggellando un’Olimpiade perfetta, in cui l’incredibile tempo di 36”84, per la prima volta nella storia sotto il muro dei 37”, offre l’ennesimo show.

Lo sprinter giamaicano è stato ancora una volta il grande protagonista dell’ultima notte dell’atletica, rubando la scena a tutto e a tutti, compreso il britannico Mohamed Farah capace comunque di una strabiliante doppietta e alla discussa sudafricana Caster Semenya, medaglia d’argento dietro alla russa Mariya Savinova neo olimpionica degli 800.

Bolt mette così al collo il sesto titolo olimpico, la seconda tripletta in due Olimpiadi. E non è mancato nemmeno un piccolo siparietto tra Usain Bolt ed un giudice di gara, subito dopo la vittoria ed il record del mondo stabilito dalla staffetta della Giamaica nella 4×100. Il campione caraibico voleva portare via il ‘testimone’ come ricordo dell’impresa compiuta con i suoi compagni di squadra. Ma un solerte giudice lo ha bloccato e gli ha impedito di sottrarre il ‘cimelio’.

Bolt, davanti alle telecamere, ha spiegato che voleva portare con sè l’asta che i corridori si passano durante la staffetta. Ma l’impassibile giudice non ha ascoltato ragioni: ‘dura lex sed lex’. Non è la prima ‘intemperanza’ regolamentare del campione giamaicano che in settimana aveva già discusso con gli addetti in pista che gli hanno vietato di entrare con la corda da allenamento.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other