Vucinic, sequestrati beni per 5,8 milioni: deve difendersi dall’accusa di “dichiarazione infedele”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Novembre 2019 17:23 | Ultimo aggiornamento: 24 Novembre 2019 17:23
Vucinic sequestrati beni per quasi sei milioni

Vucinic nella foto Ansa

LECCE – La guardia di finanza di Lecce ha sequestrato beni a Mirko Vucinic per un valore complessivo di 5,8 milioni di euro. Lo riporta bari.repubblica.it aggiungendo che l’ex attaccante di Lecce, Roma e Juventus deve difendersi dall’accusa di “dichiarazione infedele”. Come prosegue bari.repubblica.it, il sequestro preventivo è stato disposto dal gip Sergio Tosi che ha accolto la richiesta avanzata dal pm Massimiliano Carducci, titolare dell’inchiesta penale che va avanti da oltre un anno e che ipotizza il reato di ‘dichiarazione infedele’ con il fine di evadere le tasse.

Come spiega bari.repubblica.it, gli viene contestato il mancato pagamento delle imposte sui redditi alti per gli anni dal 2014 al 2017, per un valore complessivo di 5.854.068,67, ovvero Irpef evasa nel periodo di imposta 2014 per euro 1.402.387,92, poi nel 2015 per 1.954.383,69, nel 2016 per 1.954.370,11 e nel 2017 per 542.926,96.
Secondo bari.repubblica.it, si tratterebbe di somme guadagnate all’estero nell’Al-Jazira Club e sconosciute al fisco italiano (fonte bari.repubblica.it).