Alba Parietti a Vieni da me: il dolore per il cane Tato e il figlio Francesco

Pubblicato il 19 Dicembre 2018 11:39 | Ultimo aggiornamento: 19 Dicembre 2018 11:39
Alba Parietti a Vieni da me: il dolore per il cane Tato e il figlio Francesco Oppini

Alba Parietti a Vieni da me: il dolore per il cane Tato e il figlio Francesco

ROMA – Alba Parietti, ospite di Caterina Balivo a Vieni da me, ha parlato di due vicende private che l’hanno fatta molto soffrire: la morte del cane Tato e il litigio col figlio Francesco Oppini.

Il ricordo della morte di Tato: “Abbiamo cercato di capire come fare per tenerlo ancora in vita, ma stava malissimo. Alla fine, abbiamo dovuto praticargli l’eutanasia: se il cane è condannato e soffre tremendamente, si tratta del più grande gesto d’amore che si può fare.  Tato se ne è andato tra le nostre braccia. Con lui, se ne è andata via per sempre anche una parte di ricordi legati a mia madre, che era molto affezionata a Tato”.

Sul figlio invece: “Ciò che serve a far crescere un rapporto è da tenere. Abbiamo litigato perchè si sentiva me col fiato sul collo mentre io mi sentivo una madre sedotta e abbandonata. Vorrei dire a tutti i genitori che i momenti difficili ci sono, ma non vanno sottovalutate le cose belle, meglio alzare la cornetta una volta in più e chiamare”. Caterina Balivo chiede se hanno litigato per qualcosa di sciocco e lei risponde: “No, non sono sciocchezze e nemmeno per soldi, ma per cose importanti”.

Francesco Oppini, ospite da Giletti, aveva detto: “Mia mamma ha la capacità di non ascoltare quando vuole, pensa 30mila cose insieme. È ansiosa, permalosa, aggressiva. Non lo è di suo, se la provochi lei non passa da 10 a 50, ma da 10 a 100”.