Celentano, Bianchi Clerici: “Grave, Rai Uno responsabile”

Pubblicato il 15 Febbraio 2012 - 15:50 OLTRE 6 MESI FA

ROMA, 15 FEB – ”Ieri c’e’ stata una grande disorganizzazione. Celentano ha decisamente abusato del mezzo pubblico. E’ di una gravita’ inaudita. Non c’e’ stato un sufficiente controllo editoriale. Non chiamerei pero’ in causa i vertici aziendali, la responsabilita’ e’ di Rai1”. Lo dichiara il consigliere Rai Giovanna Bianchi Clerici.

”Non ho assolutamente apprezzato la serata del Festival di ieri, c’e’ stata una grande disorganizzazione – ha detto Bianchi Clerici all’ANSA -. Celentano ha decisamente abusato del mezzo pubblico per insultare persone e istituzioni, addirittura predicando a favore della soppressione della liberta’ di stampa. E’ di una gravita’ inaudita, credo che abbiamo fatto bene i vescovi a chiedere scuse pubbliche”. ”Non c’e’ stato un sufficiente controllo editoriale da parte di chi ne aveva responsabilita’ – ha proseguito – Non chiamerei pero’ in causa i vertici aziendali. La responsabilita’ e’ di Rai1 e non e’ stata esercitata a dovere. E’ evidente che occorre una forte ripresa di controllo degli indirizzi della trasmissione, che dovrebbe essere il Festival della canzone ed e’ stato tutt’altro”. ”Il cda non aveva competenza in merito al contratto di Celentano – ha aggiunto Bianchi Clerici -, perche’ le somme sono inferiori a quelle per cui e’ necessario un passaggio in consiglio. Parlandone informalmente in consiglio, all’indomani dello spot giustamente non mandato in onda dalla Rai, io avevo sollevato dubbi sul contratto, proponendo anche di non firmare”. ”Ora non so quello che accadra”’, ha detto inoltre il consigliere in merito all’eventualita’ che Celentano non torni sul palco dell’Ariston. ”I contratti sono in essere e vanno rispettati e vagliati in tutti gli aspetti – ha proseguito -. Io non conosco il contratto. Domani in consiglio immagino che ci sara’ un’informativa dettagliata del dg e vedremo”.