DiMartedì, Sallusti prova a difendere l’articolo su Nilde Iotti: “Le romagnole sono tutte esuberanti”. Gelo in studio

di redazione Blitz
Pubblicato il 12 Dicembre 2019 13:29 | Ultimo aggiornamento: 12 Dicembre 2019 13:29
DiMartedì, Sallusti prova a difendere l'articolo su Nilde Iotti: "Le romagnole sono tutte esuberanti". Gelo in studio

Alessandro Sallusti in collegamento a DiMartedì

ROMA – Pensava di riparare al danno, e ne ha fatto uno peggiore. Alessandro Sallusti ha provato a stemperare le critiche che hanno coperto l’articolo pubblicato su Libero sulla fiction Rai su Nilde Iotti, ma il risultato non è stato quello sperato. Almeno nello studio di DiMartedì su La7.

Per rispondere agli attacchi e alle stigmatizzazioni arrivate anche dall’Ordine dei Giornalisti, Sallusti ha detto: “Io penso che dall’ironia incomincia la libertà, se perdiamo anche il senso dell’ironia… Voglio dire, quello non era un articolo di fondo, era una recensione si una fiction in cui la signora Iotti andava a letto con il segretario del Partito comunista. Era nella fiction. E un giornalista recensore di spettacoli, non un notista politico, dice una cosa che tra l’altro non riguarda la Iotti ma le donne romagnole, che le donne romagnole sono famose nel mondo per questa loro esuberanza” .

Queste parole non sono state ben accolte dagli ospiti di Giovanni Floris, in particolare dall’ex ministra Elsa Fornero e dalla giornalista Concita De Gregorio, che si è letteralmente messa le mani nei capelli. (Fonte: DiMartedì)