--

Rai, Minzolini a Gubitosi: “Non ti portò la cicogna” “Al tuo Tg1 multa più alta”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Luglio 2013 20:25 | Ultimo aggiornamento: 4 Luglio 2013 20:26
Rai, Minzolini a Gubitosi: "Non ti portò la cicogna" "Al tuo Tg1 multa più alta"

Rai, Minzolini a Gubitosi: “Non ti portò la cicogna” “Al tuo Tg1 multa più alta”

ROMA – “Pluralismo non significa lottizzazione”, dice il direttore generale della Rai, Luigi Gubitosi nel corso della sua audizione in Commissione di Vigilanza. Ma Augusto Minzolini subito lo incalza: “Non lo ha portato la cicogna o un gladiatore. Anche la sua nomina è frutto di una determinata stagione politica”. E non si ferma qui, poi Minzolini attacca il manager, ex Fiat e Wind, ora a capo della Rai, al quale mancherebbe, secondo lui, “l’aplomb del manager pubblico”. Gubitosi però non si scompone e sminuisce l’avversario in un solo colpo, ricordando che l’ex direttore del Tg1 “ha procurato alla Rai la multa più alta per infrazione al pluralismo”.

E’ scontro aperto durante l’audizione in commissione di Vigilanza Rai. Il giornalista ha poi accusato il dg di essersi ”presentato come un messia” e di aver “dipinto in termini quasi entusiastici i risultati della sua gestione”. Minzolini ha parlato di perdite dello 0,44% di share nel primo semestre del 2013 rispetto all’anno precedente (-0,69% nella fascia della prima serata e -1,7% per le principali edizioni del Tg1) e ha quindi fatto cenno ad alcuni flop stagionali delle reti generaliste, citando “Altrimenti ci arrabbiamo”, “La terra dei cuochi”, “Tutto Dante” e “La grande storia”. Per Minzolini “è vero che si tratta di perdite limitate ma da chi si è presentato qui come il Messia ci si aspetterebbero altri risultati. Dov’è il successo di pubblico non è dato sapere”. Quindi il senatore del Pdl ed ex direttore del Tg1 lancia la sua offerta: “Se i suoi dati fossero errati si dovrebbe dimettere, se fossero sbagliati i miei non tornerei più in questa Commissione”.

Gubitosi, dal canto suo, non perde l’occasione per ricordare che a chiamarlo in effetti più di un anno fa fu l’allora premier in carica Mario Monti: ”Mi ha telefonato dicendomi ‘mi parlano bene di lei, ha l’opportunità di fare qualcosa per il suo Paese’. Per questo ho detto si”’. Poi il dg parte al contrattacco e ricorda come sotto la direzione del giornalista ora parlamentare ”il Tg1 ha preso la multa più alta degli ultimi anni: 150 mila euro. Dopo, il telegiornale della rete ammiraglia non ha più avuto multe in materia di pluralismo”. Gubitosi ha poi aggiunto che il tg, dopo l’addio di Minzolini e la parentesi di Alberto Maccari, ”con Mario Orfeoè’ migliorato negli ascolti” (”il vantaggio sul concorrente Tg5 è sensibilmente aumentato”). Poi la bordata finale: ”Preferisco il tg1 di oggi a quello di Minzolini. Ma – stempera – ognuno ha i suoi gusti”.