Sanremo, Giovanni Ciacci: “Al Festival gruppi che si ammucchiano, donne con donne…”

di redazione Blitz
Pubblicato il 16 gennaio 2018 7:00 | Ultimo aggiornamento: 15 gennaio 2018 15:07
sanremo-giovanni-ciacci

Claudio Baglioni, Pierfrancesco Favino e Michelle Hunziker alla presentazione del Festival di Sanremo 2018 (Foto Ansa)

ROMA – Il costumista Giovanni Ciacci rivela il retroscena piccante del Festival di Sanremo: “Gruppi che si ammucchiano, uomini con donne, donne con donne. A Sanremo si scopa sempre!”.

L’esperto di moda e musica ha raccontato questi e altri dettagli in una intervista concessa ad Alessio Poeta di Gay.it. Ciacci, che è stato costumista di nove Festival, ha definito quello di quest’anno il “Sanremo meno glamour di sempre”. Al posto del trio Baglioni-Favino-Hunziker avrebbe preferito vedere sul palco a condurre Barbara D’Urso: “Avrebbe rappresentato il glamour, il pop e tutto il mondo gay friendly. Naturalmente parlo di lei da sola, al massimo con Baglioni vicino”.

Spera in un premio alla carriera per Milva e lamenta la scarsa presenza di donne in gara e, soprattutto, l’assenza di star, “tolta forse la Vanoni”. Ma soprattutto rivela dettagli piccanti sul dietro le quinte:

“Mi piacerebbe vedere un DopoFestival più rosa, più pop, magari in diretta dalle camere d’albergo dei cantanti, perché è lì che succede la qualunque… Negli Hotel c’è un gran via vai. Cantanti, gruppi che si sciolgono, gruppi che si ammucchiano, uomini con donne, donne con donne. I miei occhi, negli anni, hanno visto cose che voi umani, non potete neanche immaginare. A Sanremo si scopa sempre! In sala stampa, poi, se ne vedono delle belle, altro che Badoo o Grindr. Se solo quei bagni potessero parlare, cherie. Per gli addetti ai lavori, la settimana di Sanremo, è un po’ come la gita di terza media dove tutto è possibile. Una parte della città si trasforma improvvisamente in una sorta di club per scambisti di Jessica Rizzo”.