Simone Bolognesi, il primo fidanzato italiano di Belen va a Uomini e Donne

di redazione Blitz
Pubblicato il 8 Settembre 2020 18:14 | Ultimo aggiornamento: 8 Settembre 2020 18:14
Simone Bolognesi, il primo fidanzato italiano di Belen va a Uomini e Donne

Simone Bolognesi, il primo fidanzato italiano di Belen va a Uomini e Donne

A Uomini e Donne arriva il primo fidanzato italiano di Belen Rodriguez.

Lui si chiama Simone Bolognesi, 41 anni ed ex fidanzato di Belen Rodriguez. Sarà uno dei cavalieri del Trono Over di Uomini e Donne, che nella nuova edizione del dating show prevede l’accorpamento col trono classico. 

Simone e Belen si sono amati nel 2003, quando la showgirl argentina era appena arrivata in Italia, all’età di 19 anni. Lui, noto albergatore e organizzatore di eventi a Riccione, ha fatto coppia fissa con lei per due anni.

Quasi 20 anni dopo però Simone Bolognesi non ha ancora trovato l’amore e per questo si è rivolto al programma di Maria De Filippi. 

L’esperienza a Uomini e Donne già nel 2011

In realtà non è la sua prima apparizione nel dating show di canale 5. Già nel 2011 Simone è stato corteggiatore quando sul trono sedevano Teresanna Pugliese e Giulia Montanarini. Aveva scelto di corteggiare quest’ultima ma la scintilla non è mai scoccata. 

Alcuni anni dopo l’ex di Belen è stato paparazzato con un altro volto noto di Uomini e Donne, Diletta Pagliano. Lei però ha sempre negato una liaison parlando di rapporto puramente professionale.

La love story con Belen

Quanto alla relazione con Belen fu proprio lui a raccontarla in una intervista a RaiUno mentre la showgirl era naufraga all’Isola dei Famosi. 

“Belén è stata qui in Romagna da ottobre 2003 a maggio 2005 – disse – a fare la cubista in discoteca. Ed era fidanzata con me, siamo stati insieme due anni, dal momento del suo arrivo in Italia al momento della sua partenza per Milano. Abbiamo anche convissuto per quasi sette mesi a casa mia”.

Bolognesi si era detto anche deluso del fatto che Belen non avesse mai parlato di quel periodo.

“Non parla mai di Riccione, della nostra Romagna e del suo passato qui. E ancora ci chiediamo come mai. Sicuramente avrà pensato, o qualcuno l’avrà convinta, che sia più fashion che gli storici registrino l’inizio della sua carriera in quanto modella milanese e non come cubista riccionese”. Tuttavia, diceva, sono rimasti in ottimi rapporti.