Storie Italiane, il fratello di Alessandra Mussara: “Cristian? Dopo l’omicidio ha preso un caffè con mio padre”

di Gianluca Pace
Pubblicato il 8 Marzo 2019 20:10 | Ultimo aggiornamento: 8 Marzo 2019 20:13
Storie Italiane, il fratello di Alessandra Mussara: "Cristian? Dopo l'omicidio ha preso un caffè con mio padre"

Storie Italiane, il fratello di Alessandra Mussara: “Cristian? Dopo l’omicidio ha preso un caffè con mio padre”

ROMA – A “Storie Italiane” parla Salvatore, il fratello di Alessandra Musarra, la 30enne uccisa a Messina dall’ex fidanzato Cristian Ioppolo. 

“È diabolico – dice Salvatore parlando di Cristian Ioppolo – una mente criminale. Ieri è stato qui con noi, con la Polizia e la Squadra Mobile, fino alla fine. Si è anche andato a prendere un caffè con mio padre alle sette di mattina”.

“Era molto freddo per essere uno che aveva commesso un omicidio. E’ andato a casa a cambiarsi, ha fatto una telefonata, ha mandato un messaggio, è tornato qua ed è stato fino alle sette con mio padre. Qualche lacrima l’ha fatta per farsi vedere – ha proseguito Salvatore – ma non erano lacrime di uno a cui muore la ragazza. Avrebbe dovuto esserci un attimo di disperazione che lui non ha avuto. Però noi fino alla fine non abbiamo capito niente, sennò in caserma non ci arrivava”.

Nella notte in cui sarebbe avvenuto l’omicidio, il fratello che vive nella stessa palazzina in cui è stata ritrovato il corpo senza vita di Alessandra, sostiene di non aver sentito alcun rumore sospetto:

“La camera in cui è stata trovata Alessandra è proprio sopra la mia camera da letto – ha spiegato –. Tante sere sentivo baccano, quindi telefonavo e salivo. Avrei dovuto sentire qualcosa. A meno che lui non l’abbia fatto in cucina per poi portarla in camera, oppure mentre Alessandra dormiva”.

Fonte: Storie Italiane.