George Floyd, a Londra manifestanti imbrattano statua Churchill con scritta “era razzista” VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Giugno 2020 12:25 | Ultimo aggiornamento: 9 Giugno 2020 12:28

George Floyd, a Londra manifestanti imbrattano statua Churchill con la scritta “era razzista”

ROMA – Vandalizzata la statua di Winston Churchill a Londra durante la manifestazione contro il razzismo in seguito all’uccisione del 46enne afroamericano George Floyd per mano di un poliziotto bianco a Minneapolis.

Sulla statua dell’ex primo ministro britannico è comparsa la scritta vicino al suo nome “Was a racist”.

Anche nel Regno Unito in molti sono scesi in piazza per protestare dopo la morte del cittadino afroamericano George Floyd per mano della polizia a Minneapolis. Non sono mancati gli incidenti con la Polizia Gli agenti feriti sono stati in tutto 14 e quanto accaduto è stato condannato dal premier Boris Johnson.

A Londra la protesta, nei giorni scorsi si è unita in Parliament Square  di fronte a Westminster.

Gli organizzatori avevano avvertito che coloro che “sono per la violenza non fanno parte della causa”.

Durante la manifestazione gli organizzatori hanno anche distribuito mascherine, chiedendo ai partecipanti di tenersi a distanza di almeno due metri.

Anche se dalle immagini della piazza piena il distanziamento appare piuttosto complicato.

“È ora di bruciare il razzismo istituzionale”, ha gridato un oratore attraverso un megafono alle migliaia di persone che erano radunate.

Londra non è stata l’unica città dove si sono svolte le manifestazioni.

A Manchester almeno 15mila persone hanno affollato una piazza del centro.

Analoghi raduni sono andati in scena a Cardiff, Leicester, Peterborough (fonte: Agenzia Vista /Alexander Jakhnagiev).