Berlusconi e la barzelletta su tassista ed escort: “E’ fondamentale saperla” VIDEO

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 29 Settembre 2019 17:16 | Ultimo aggiornamento: 29 Settembre 2019 17:18
silvio berlusconi barzelletta

Silvio Berlusconi e la barzelletta

ROMA – Silvio Berlusconi che oggi, domenica 29 settembre, compie 83 anni, nella giornata di sabato è salito sul palco del Teatro Manzoni di Milano per l’evento “Giù le mani dalle pensioni” organizzato dai seniores azzurri.

Il leader di Forza Italia, dopo aver parlato di politica criticando pesantemente anche i suoi alleati del centro destra, si è lasciato andare ad una barzelletta delle sue: “Ma la barzelletta del commendator Bestetti la conoscete? È fondamentale saperla, datemi qualche minuto” ha detto ai suoi sostenitori.

La storiella detta da Berlusconi è abbastanza nota ed è ascoltabile nel video che segue pubblicato dall’agenzia AlaNews. A Roma, invece di un commendatore il protagonista è un avvocato. Nella versione berlusconiana c’è Bestetti, sua moglie, i clienti di un night club e un tassista. Il finale è nello stile berlusconiano che ormai conosciamo anche se stavolta, l’ex premier ci va giù in una maniera un po’ più pesante del solito. 

Berlusconi: “Lega e fascisti li abbiamo fatti entrare noi al Governo”

Durante l’evento, Berlusconi ha parlato dell’alleanza di centro destra ed ha indirizzato a Lega e Fratelli d’Italia queste parole: “Lega e fascisti li abbiamo fatti entrare noi al Governo, li abbiamo legittimati noi, li abbiamo costituzionalizzati noi. Siamo ancora nel centrodestra, di cui siamo il cuore, il cervello e la spina dorsale”.

Berlusconi ha aggiunto: “Siamo obbligati a stare nel centrodestra, se loro non avessero noi in coalizione non sarebbero centrodestra, sarebbero una destra estremista incapace di vincere”.

Quanto a possibili passaggi di esponenti di Fi a Italia viva, Berlusconi ha affermato: “Questo è il governo più a sinistra della storia. Non c’è paura che i nostri vadano da Renzi, lo conosciamo, è di sinistra da sempre: anche se è simpatico e gradevole ha la grande colpa di essere stato lui a spingere per un accordo fra Pd e 5S. Qualche stupido è andato da un’altra parte: ho detto stupido, non coglione… Spariranno dalla vita politica come tutti quelli che ci hanno abbandonati”.

La replica di Salvini: “Oggi è il compleanno di Berlusconi…”

“Oggi è il suo compleanno e gli auguro buon ottantatreesimo compleanno, è l’unica dichiarazione che posso fare”. Così il leader della Lega Matteo Salvini ha risposto a chi gli chiedeva un commento alle parole di Silvio Berlusconi. Il leader leghista, ospite al Villaggio Coldiretti a Bologna, ha poi aggiunto: “Qualcuno avvisi Berlusconi che parlare di fascismo nel 2019 non ha più senso, lo lasci fare a quelli del Pd, a Saviano e Gad Lerner”. 

“Non ci sono più fascisti e comunisti – ha detto ancora Salvini – Noi non vogliamo escludere nessuno, noi includiamo tutti, poi sono gli elettori che decidono. Noi non vogliamo escludere nessuno, però neanche passare per gli ultimi arrivati: abbiamo pur sempre il 30% dei voti”. “Ormai – ha aggiunto – si confrontano partiti a favore degli italiani e partiti contro gli italiani, telecomandati dall’estero. Chi si allea con la Lega deve avere ben chiaro questo. Prima gli italiani”. 

Fratelli d’Italia ha parlato invece di “frase triste”. La Meloni ha replicato così: “Non so bene a cosa si riferisca Berlusconi con le sue etichette, certo non a FdI. Mi paiono dichiarazioni di chi è in chiara difficoltà, posso comprendere…”.

Fonte: Ansa, Fatto Quotidiano, AlaNews