“Brasil, decime qué se siente”: il coro anti-brasiliani dei tifosi argentini VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Luglio 2014 17:48 | Ultimo aggiornamento: 7 Luglio 2014 17:33
"Brasil, decime qué se siente": il coro anti-brasiliani dei tifosi argentini VIDEO

“Brasil, decime qué se siente”: il coro anti-brasiliani dei tifosi argentini VIDEO

BRASILE – “Brasil, decime qué se siente”: il coro contro i brasiliani dei tifosi argentini (che hanno invaso le città del Brasile dove gioca la loro nazionale) è diventato virale, fra i sostenitori e anche i giocatori della “albiceleste”, che ha una storica rivalità con i padroni di casa di questi Mondiali 2014, i “verdeoro”. Il coro riprende un motivo che cantano tutte le “barras bravas” in Argentina ed è stato riadattato in versione anti-Brasile. Questo il testo:

“Brasil, decime qué se siente
tener en casa a tu papá
Te juro que aunque pasen los años,
nunca nos vamos a olvidar
Que el Diego te gambeteó, que Canni te vacunó,
que estás llorando desde Italia hasta hoy
A Messi lo vas a ver, la Copa nos va a traer,
Maradona es más grande que Pelé”.

“Brasile, dimmi cosa senti
ad avere in casa tuo papà
Ti giuro che anche se passano gli anni,
non ci dimenticheremo mai
Che Diego ti ha dribblato,
che Canni (Caniggia, ndr) ti ha infilzato,
che stai ancora piangendo da Italia ’90
Ora vedrai che Messi, la Coppa ci porterà,
Maradona è più grande di Pelè”.

Dopo la vittoria con la Svizzera, anche i calciatori argentini hanno sfogato nello spogliatoio tutta la tensione accumulata cantando a ripetizione questo coro. In un video pubblicato su Instagram, si vedono Lavezzi, Di Maria ed altri ripetere a squarciagola che “Maradona es más grande que Pelé”.

&nsbp;

LE FOTO DEI TIFOSI ARGENTINI (LAPRESSE)

“Brasil, decìme que se siente…” è stata cantata dai tifosi argentini durante tutta la semifinale contro il Belgio all’Estadio Nacional de Brasilia, fra i fischi dei non pochi brasiliani che hanno assistito sugli spalti al match, probabilmente con l’intenzione di “gufare” contro i loro rivali storici nel continente sudamericano. Ecco un video girato da un tifoso argentino: