Vasco infuriato: “Faccio quello che mi pare, se non vi va bene non mi ascoltate”

Pubblicato il 22 Agosto 2011 - 08:37 OLTRE 6 MESI FA

ROMA – Vasco Rossi torna a parlare su YouTube: dopo l’attacco a Gasparri, il Blasco manda nell’etere un “messaggio alla nazione” in cui ribadisce la sua campagna contro la droga ma soprattutto se la prende con quanti l’hanno criticato per questa sua “deriva” 2.0.

“Non sopporto chi mi si venga a dire quello che devo fare – dice Vasco visibilmente scocciato – Sono libero di fare quello che mi pare e voi siete liberi di non ascoltare le mie canzoni e di cambiare canale. Non lo sopporto proprio… come quelli che dicono ‘perché non scrivi una canzone invece di parlare su Facebook’. Penso che ognuno sia libero di parlare e di dire quello che vuole. Quando mi dicono quello che devo fare mi arrabbio. Meglio se mi dicessero ‘non mi piace la tua canzone’. E’ come se mi dicessero non mi piace la tua macchina, sai quanto me ne frega a me? Poi dicono perché parli sempre della droga… La faccenda della droga è un problema molto importante. Lo conosco bene. E viene trattato che viene trattato in un modo così assurdo che sento il bisogno di pensarmi. Mi interessa: che da questione di ordine sociale diventi una questione di ordine medico, che il tossicodipendente venga considerato un animale, una bestia, o peggio un criminale perché è una cosa vergognosa e assurda e questa sarà una mia battaglia sempre”.