Blitz quotidiano
powered by aruba

Guardia e carcerato, fuga romantica da Svizzera: arrestati

BERGAMO  – La fuga romantica di Angela Magdici e Hassan Kiko, la guardia svizzera e il carcerato siriano, è finita a Bergamo. I due sono stati arrestati dopo che lo scorso 8 febbraio la guardia Angela, 32 anni, aveva abbandonato il marito e fatto evadere dal carcere il suo amante, Hassan, 27 anni e condannato con l’accusa di stupro. Una fuga finita nel comune di Romano di Lombardia, in provincia di Bergamo, dove la coppia è stata arrestata con le accuse di evasione e favoreggiamento dell’evasione.

Il Corriere della Sera scrive che Angela e Hassan si erano conosciuti nel carcere svizzero di Limattal, nel Canton di Zurigo, dove la donna lavorava e l’uomo stava scontando una pena per diversi reati a sfondo e di violenza contro la persona. Poi i due nella notte tra lo scorso 8 e 9 febbraio sono fuggiti:

“Una storia d’amore nata nel carcere, quella fra i due. Culminata con la fuga di entrambi dalla struttura penitenziaria. Erano state subito diffuse le foto di entrambi: lui muscoloso e tatuato, lei appassionata di boxe. Hassan, siriano richiedente asilo, era arrivato in Svizzera nel 2010, e aveva iniziato a cercare lavoro come parrucchiere.

Nel novembre 2014 però era stato arrestato con l’accusa di aver violentato una ragazzina di 15 anni. Condannato a 4 anni aveva presentato ricorso ed era in attesa della sentenza del processo d’appello. Angela Magdici invece lavorava nel penitenziario (aperto cinque anni fa) dal 2013. Sposata con un 25enne. Almeno fino a qualche mese fa.

«Aveva cominciato a leggere il Corano — ha raccontato il marito Vasili —. La amavo, volevo dei figli. Ma quattro mesi fa se n’è andata, ha preso i soldi e dei mobili e si è trasferita da un’amica. Probabilmente le piacciono i criminali e io ero troppo buono per lei», ha detto”.

 


PER SAPERNE DI PIU'