Editoria: Franco Siddi, bene Napolitano, Governo risponda a richiamo

Pubblicato il 30 ottobre 2011 14:49 | Ultimo aggiornamento: 30 ottobre 2011 14:53

ROMA, 30 OTT – L'invito del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano al governo a riconsiderare i tagli lineari al fondo per l'editoria ''e' di eccezionale rilevanza e conferma quanto sia prezioso il pluralismo come bene immateriale che merita il sostegno dello Stato, affinche' anche le voci non meramente commerciali possano animare il circuito dell'informazione e delle idee''. E' il commento a caldo di Franco Siddi, segretario della Federazione nazionale della stampa, che con il Comitato per la liberta' e il diritto all'informazione e le associazioni di settore si e' mobilitata nei giorni scorsi contro i tagli.

''Invocare trasparenza e rigore, come anche noi facciamo con determinazione – sottolinea Siddi – non puo' diventare motivo per un delitto mediatico come quello che si sta paventando. Il governo non puo' sottrarsi al dovere di una risposta, avendo chiaro che con i tagli lineari si fa un'operazione non solo apparentemente tecnocratica, ma che incide mortalmente sulla vitalita' del sistema. Le parole di Napolitano ci confortano sulla circostanza che non sono in gioco beni di una o dell'altra parte e ricollocano la questione nell'alveo dei doveri alti delle istituzioni democratiche''.