Linea e cibo, attenzione alle insalate: possono avere fino a 600 calorie

Pubblicato il 5 Ottobre 2010 14:06 | Ultimo aggiornamento: 5 Ottobre 2010 14:18

L’insalata a pranzo? Può essere un beffardo inganno per la dieta, e quindi anche per la bilancia. A denunciare la nuova moda dell’insalatomania’, sempre più frequente nelle pause pranzo dei lavoratori italiani, è Giuseppe Fatati, presente dell’Adi (l’Associazione Italiana di Dietetica e nutrizione clinica), che nel corso della presentazione dell’Obesity Day ha messo in guardia gli italiani dal consumare un pasto in apparenza leggero ma che in realtà può arrivare a contenere oltre 500 calorie.

”L’insalata è un alimento importante perché contribuisce alla sazietà e dà una mano all’organismo grazie al contributo di fibre”, spiega Fatati, sottolineando però che ”l’insalata che sta diventando di moda è in realtà un inganno dietetico, perché nel piatto, in compagnia di qualche foglia di insalata, vengono messi gli ingredienti più vari, dalla noce al formaggio, dalle acciughe all’uovo sodo”.

In sostanza, è la tesi del presidente dell’Adi, ”in questo caso non si tratterebbe più di una semplice insalata ma di un pasto completo che può arrivare a dare 500-600 calorie, buona parte del fabbisogno giornaliero”. Una sorta di inganno, dunque, che però potrebbe venir scoperto solo alla prova della bilancia.