Firenze, ecco il crocifisso di Giotto restaurato

Pubblicato il 15 Ottobre 2010 23:54 | Ultimo aggiornamento: 16 Ottobre 2010 1:03

L’inaugurazione della restaurata Croce di Giotto nella chiesa di Ognissanti a Firenze avverrà sabato 6 novembre alle 16. L’intervento sulla Croce, compiuto per far tornare l’opera all’originario splendore, è stato curato dall’Opificio delle pietre dure.

Il restauro, presentato giovedì scorso alla stampa, sarà visibile al pubblico dal 18 al 22 ottobre presso i laboratori dell’Opificio, alla Fortezza da Basso. Databile fra gli anni Dieci e Venti del Trecento, la Croce è giunta all’Opificio dopo la mostra su Giotto del 2000 ed è stata pazientemente restaurata da una equipe diretta da Marco Ciatti e Cecilia Frosinini, con il finanziamento dell’azienda Arteria che opera nella movimentazione di opere d’arte.

Il restauro, grazie alle indagini radiografiche, ha permesso di confermare la tradizionale attribuzione a Giotto dell’opera raffigurante il Cristo in croce ed ha rivelato la tecnica usata dall’artista per dipingere l’opera. L’intervento ha richiesto una paziente opera di pulitura con solventi di nuova concezione, stante la delicatezza del dipinto e l’elevata sensibilità della base ai materiali acquosi, ed un consolidamento della struttura di supporto in legno, che sostiene il dipinto di grandi dimensioni (467×360 cm, 450 chili il peso complessivo).

Particolare attenzione anche ai vetri decorati nell’aureola del Cristo, che erano in condizioni pessime. L’opera sarà riposizionata nella chiesa di Ognissanti, all’interno del quale spesso ha cambiato collocazione nei secoli fino ad essere relegata in sagrestia dal 1937: la nuova collocazione, in una cappella del transetto sinistro, concilierà la possibilità di fruizione con la tutela dell’opera, in posizione rialzata così com’era stata concepita e illuminata da un sistema a led. ”Finora l’opera ha sollecitato l’attenzione degli esperti – ha detto la soprintendente al Polo Museale Cristina Acidini -, da ora sollecitera’ quella del pubblico internazionale”.

Ecco le immagini della presentazione del Cristo in croce restaurato: