Beppe Grillo: “Mariano Rabino offrì 50mila euro a ex M5s” VIDEO su Facebook

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 febbraio 2015 12:40 | Ultimo aggiornamento: 13 febbraio 2015 15:56
Beppe Grillo: "Mariano Rabino compra così ex M5s" VIDEO su Facebook

Beppe Grillo: “Mariano Rabino compra così ex M5s” VIDEO su Facebook

ROMA – “Mariano Rabino ha offerto 50mila euro agli ex M5s per fargli appoggiare il governo Renzi“. La pagina Facebook del Movimento 5 stelle guidato da Beppe Grillo accusa di compravendita dei parlamentari il deputato di Scelta Civica. L’audio della conversazione divulgata dal blog di Beppe Grillo riguarda l’ex deputata M5s Mara Mucci e il deputato di Scelta Civica Rabino, che si è difeso: “Hanno estrapolato la frase dal contesto“.

Sul blog di Beppe Grillo è apparso il post dal titolo “#50000euro per loro posson bastare“, in cui si legge:

“Il dialogo tra Mara Mucci, ex M5S, e il deputato di Scelta Civica Mariano Rabino

Mucci: …siamo su i 3 – 4 legislativi però…. mmm … *incompresibile

Rabino: E se noi collaborassimo mettendo a disposizione un pò di struttura?

Mucci: …*incompresibile… lo statuto sui territori ci *incompresibile, quando siamo un pò più tranquilli vediamo… che cosa… cioè…

Rabino: Anche no. Però voglio dire, noi un pò di struttura ce l’abbiamo… …e paradossalmente, posso dirti, se voi 10 vi collegate a noi 23 3 più 10 che ne so… Noi abbiamo …*incompresibile… risorse. Non so se…

Mucci: No certo…

Rabino: Se voi non ce la fate a mettere su un gruppo… …noi siamo un gruppo, se voi vi aggiungete, noi aumentiamo le risorse e le risorse che aumentiamo le possiamo mettere a disposizione vostra! Voi siete 10. Voi siete 10. 10 vuol dire 50.000 Euro al mese per un gruppo come noi e per voi …*incompresibile e vuol dire sostanzialmente in termini di personale, tranquillamente 7 – 8 persone che possono essere assunte e messe a disposizione …e nell’accordo dove: tu dai, noi prendiamo, noi diamo, voi prendete. Ragionate”.

Rabino ha replicato accusando Grillo e il Movimento di manipolare i discorsi e di usare metodi da Gestapo:

“Siamo a metodi da Gestapo: l’audio pubblicato dai 5 stelle è estrapolato dal contesto. Mi riservo iniziative di carattere legale. Io non ho detto nulla di scandaloso, non vi è nessun mercanteggio: ho solo ipotizzato un processo di avvicinamento politico tra gruppi. E le risorse sono quelle a disposizione dei deputati, usate anche dal gruppo dei 5 Stelle”.

Il deputato di Scelta Civica ha quindi precisato che ogni deputato alla Camera ha a disposizione 5mila euro al mese per le spese di sostegno alla sua azione parlamentare:

“L’onorevole Mucci mi ha confidato i problemi del suo gruppo, che non arrivando numericamente alla soglia prevista per avere lo status previsto per avere accesso alle risorse, manca di “supporto legislativo”. Io allora ho ipotizzato un percorso politico di avvicinamento tra i due gruppi, per mettere insieme le risorse.

Il M5S dica chiaramente ai cittadini che loro ogni mese gestiscono 450mila euro di soldi dei cittadini per le attività del loro gruppo alla Camera. A questo punto pubblichino il loro bilancio. La verità è che avendo perso molti deputati hanno perso conseguentemente molte risorse. E questo li rode. Ma stiano attenti: a forza di fare gli epuratori, troveranno qualcuno più puro di loro che li epura. Io, ci tengo a ricordarlo, sono quello che ha fatto la campagna per eliminare i vitalizi e io stesso ho rinunciato ai vitalizi. In politicaci sono per passione”.

La Mucci, ex M5s ora deputata di Alternativa libera, ha dichiarato che denuncerà chi getta fango su di lei con “metodi fascisti”:

“Come avevamo denunciato dopo la nostra uscita dal M5S siamo dinanzi a metodi di stampo fascista. Non c’è stata nessuna compravendita tra le parti, non ho mai accettato nessuna offerta, che tra parentesi non è stata mai fatta. Farò valere le mie ragioni in tutte le sedi opportune, comprese le vie legali. I fondi di cui parliamo sono gli stessi che intasca il Movimento, quasi quattro milioni di euro, sul funzionamento del gruppo. Adesso attivano la macchina del fango. Cari deputati dipendenti della “Casaleggio associati” state esagerando, ma non ci fate paura. Non abbiamo nulla da nascondere. Anzi, gli unici che fanno politica per i soldi sono Grillo – che ha la residenza in Svizzera – e Casaleggio che grazie al blog e agli sponsor guadagnano cifre spropositate”.