Mini-Bot da 5 euro con Tardelli: un fac-simile da urlo… di Munch

di Dini Casali
Pubblicato il 12 giugno 2019 11:27 | Ultimo aggiornamento: 12 giugno 2019 11:27
Mini-Bot da 5 euro con Tardelli: un fac-simile da urlo... di Munch

Mini-Bot da 5 euro con Tardelli: un fac-simile da urlo… di Munch

ROMA – Che i mini-Bot siano una panacea tascabile o semplice carta straccia – valuta parallela o furbata illegale, soldi nostri o mezzo passo fuori dall’euro? – è solo l’ultimo degli ultimi dilemmi finanziari lanciati dalla fantasia leghista al potere.

Dilemma invero risolto in partenza perché deve ancora nascere l’impresa o l’azienda creditrice dello Stato che invece di essere saldata in euro si accontenti di un pezzo di carta. Però vuoi mettere il brivido di stampare moneta in casa propria… E metterci su una bella immagine rappresentativa del genio italico, i simboli non mancano, da Oriana Fallaci a Falcone e Borsellino, a Enrico Mattei.

A Marco Tardelli, cioè all’urlo di Tardelli dell’Italia Mundial dell’82, questa davvero una delle pochissime immagini per le quali si possa spendere l’abusato aggettivo “iconica”. Solo, peccato sprecarla per un mini-Bot da soli 5 euro.

5 x 1000

E, tuttavia, sia pure in versione fac-simile, pochi spicci virtuali in grado di far ancora correre brividi lungo la schiena dei tedeschi che già l’anno scorso (questa dei mini-Bot non è una trovata dell’ultimo minuto) si sono sentiti offesi preventivamente.

Già siamo l’unica nazionale di calcio che la Germania la mette sotto e volentieri, mettiamoci pure la provocazione della valuta legata al capriccio e all’estro del momento. Certo, simbolo per simbolo, icona per icona, quell’urlo di sovranista orgoglio rischia di strozzarcisi in gola, se i mercati non ne colgono l’ironia altro che Edvard Munch.

La questione è tornata di moda anche grazie a Myrta Merlino, conduttrice de L’aria che tira su La7 e compagna del campione del mondo, che ha rifatto circolare mediaticamente il santino da 5 euro. Vale, oggi come allora, la risposta di Tardelli ai permalosi alemanni: “Mi pare evidente che i tedeschi mi temano ancora, vorrà dire che entrerò in politica…”. (fonte La7)