Carlos Dunga nuovo ct del Brasile dopo le dimissioni di Felipe Scolari VIDEO

Pubblicato il 24 Luglio 2014 14:05 | Ultimo aggiornamento: 24 Luglio 2014 14:05
Carlos Dunga nuovo ct del Brasile dopo le dimissioni di Felipe Scolari

Carlos Dunga (Ansa)

ROMA – Carlos Dunga è il nuovo ct del Brasile. L’allenatore ritorna sulla panchina della Selecao, rimasta senza tecnico dopo le dimissioni di Felipe Scolari a seguito del flop ai mondiali in casa: l’aveva infatti già allenata dal 2006 al 2010.

L’annuncio è stato dato dal presidente della federcalcio brasiliana, Josè Maria Marin. Il Brasile, dopo la delusione mondiale e le dimissioni di Felipe Scolari si affida nuovamente a Carlos Dunga, che sulla panchina della Selecao ci era già stato per quattro anni, dal 2006 al 2010, dopo aver disputato, da giocatore, tre mondiali (1990, 1994 e 1998 e vinto quello del ’94 da capitano). ”Dunga è un uomo sperimentato sia come atleta sia come tecnico – le parole del presidente della federcalcio Brasiliana, Josè Maria Marin, durante la conferenza stampa nella quale è stato annunciato il nuovo ct – abbiamo totale fiducia nella sua competenza e voglia di lavorare e per essere ancora una volta il tecnico del Brasile”.

Nella sua prima esperienza da commissario tecnico della Selecao, Dunga – vecchia conoscenza del calcio italiano – ha nel suo palmares le vittorie della Coppa America nel 2007 e della Confederations Cup nel 2009. A lui toccherà ricostruire lo spirito della Selecao, uscita malconcia dal Mondiale disputato in casa e conclusosi con le sconfitte contro Germania e Olanda. ”Non è stato un mondiale da buttare – ha sottolineato Dunga nel corso della presentazione – ci sono tante cose che vanno salvate”. ”Essere qui ed essere nuovamente ct del Brasile – ha proseguito – è una felicità immensa. Ritornare a guidare la nazionale brasiliana è una cosa fantastica, è quasi impossibile…quasi. Abbiamo una struttura solida: i tifosi mi conoscono e sanno che non voglio vendere sogni, ma realta’ – ha concluso Dunga – Adesso dobbiamo lavorare; poi penseremo agli obiettivi. Nel calcio tutto è imprevedibile”. Per vedere in campo il Brasile formato Dunga bisognerà aspettare il mese di settembre contro Colombia e Ecuador.