Usa, fece strage in famiglia: ergastolo al cognato di Jennifer Hudson

Pubblicato il 24 luglio 2012 20:49 | Ultimo aggiornamento: 25 luglio 2012 13:38

Jennifer Hudson

[jwplayer config=”Blitz20120621″ mediaid=”1309248″]

NEW YORK – Ergastolo per William Balfour, l’ex cognato dell’attrice vincitrice dell’Oscar per il film ‘Dreamgirls’ Jennifer Hudson, riconosciuto colpevole di aver ucciso la madre, il fratello e il nipote di sette anni della star. La sentenza, decisa da un giudice della Contea di Cook, arriva dopo la decisione del giudice Charles Burns di negare a Balfour la richiesta per un nuovo processo. Il triplice omicidio è stato commesso il 24 ottobre 2008.

Di quella sera non ci sono testimoni e il caso è stato ricostruito sulla base delle impronte digitali rinvenute e sulla teoria dell’omicidio premeditato, con l’accusa che ha chiamato a testimoniare 83 persone tutte concordi nel dire che Balfour aveva minacciato di uccidere l’intera famiglia Hudson se Julia lo avesse lasciato. La difesa, invece, ha sventolato la teoria dei rapporti fra il fratello di Jennifer Hudson e una gang di Chicago per cocaina. Secondo il tribunale, Balfour ha commesso gli omicidi con una pistola calibro 45, rubata a Jason, pregiudicato, come l’ex cognato, per droga.