Claude Lanzmann è morto: addio al regista del film monumentale Shoah

di redazione Blitz
Pubblicato il 5 luglio 2018 15:06 | Ultimo aggiornamento: 5 luglio 2018 15:06
Claude Lanzmann è morto: addio al regista del film monumentale Shoah

Claude Lanzmann è morto: addio al regista del film monumentale Shoah

PARIGI – Addio al giornalista e regista francese Claude Lanzmann, autore del film Shoah. Lanzmann si è spento oggi, giovedì 5 luglio, a Parigi, all’età di 92 anni. Ne dà notizia il suo editore Gallimard. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play]

Strenuo difensore della causa di Israele e amico di Jean-Paul Sartre, nella sua lunga vita Lanzmann fu anche filosofo e scrittore. Francese, figlio di immigrati bielorussi, Lanzmann è stato anche compagno della scrittrice francese Simone de Beauvoir dal 1953 al 1959 e direttore della rivista degli esistenzialisti Les Temps Moderns.

E’ noto soprattutto per Shoah, film fiume sullo sterminio degli ebrei durante la Seconda Guerra Mondiale. Iniziò a lavorare alla pellicola nell’estate del 1974 e continuò per undici anni. Ne venne fuori un lunghissimo metraggio di nove ore e mezza, oggi considerato opera fondamentale per il suo valore storico, oltre che cinematografico.

Nel 2015 capì che anche lui non sarebbe potuto sfuggire alla morte. “La morte è qui, può arrivare ad ogni momento. E questo è molto male”. Contraddicendo Heidegger, aggiunse: “Morire non ha nulla di grande, tutto il contrario, è la fine della possibilità di essere grandi. L’impossibilità di ogni possibilità”.