George Floyd, Via col Vento cancellato dal catalogo streaming: “E’ razzista”

di redazione Blitz
Pubblicato il 11 Giugno 2020 0:20 | Ultimo aggiornamento: 11 Giugno 2020 0:21
George Floyd, Via col Vento cancellato dal catalogo streaming: "E' razzista"

George Floyd, Via col Vento cancellato dal catalogo streaming: “E’ razzista” (Foto Ansa)

ROMA – Nei giorni in cui l’America è scossa dal caso George Floyd, Via col vento sparisce dal catalogo di Hbo Max.

La piattaforma streaming lo ha rimosso dopo le proteste per i pregiudizi razziali contenuti nell’opera.

Via col vento, realizzato nel 1939, secondo Hbo Max “è un prodotto del suo tempo” che descriveva “pregiudizi etnici e razziali, sbagliati allora e sbagliati oggi”, spiega un portavoce di Hbo Max alla Cnn.

Il film, diretto da Victor Fleming e interpretato da Clark Gable, Vivien Leigh, Leslie Howard e Olivia de Havilland, tornerà nel catalogo ma non è prevista una data specifica per la riabilitazione, che sarà abbinata ad una “discussione sul contesto storico”.

La pellicola, basata sul libro di Margaret Mitchell, ha conquistato 10 Oscar e, tenendo conto dell’inflazione, è il film che detiene il record assoluto di incassi.

Hattie McDaniel, che nel film interpretava la domestica Mammy, è stata la prima attrice afroamericana a conquistare la statuetta. 

Il film è accusato di revisionismo sudista: al centro dell’ideologia della Lost Cause la teoria secondo cui gli Stati del Sud avrebbero lottato per la propria indipendenza politica, minacciata dal Nord, e non per il mantenimento della schiavitù.

Una linea che rappresenta una contro-verità storica e di cui Via col vento è intriso, proponendo una visione molto edulcorata dello schiavismo, con i domestici trattati come impiegati ordinari e felici della propria sorte.

Il vento della lotta al razzismo e lo slogan ormai planetario “Black Lives Matter“, ha spazzato via anche il reality show “Cops” di Paramount Network, andato in onda per 31 anni.

La serie Tv elogiava la polizia mostrando inseguimenti dei veri agenti mentre erano al lavoro, impegnanti a garantire la sicurezza delle città americane, arrestando sospettati e criminali, facendo spesso leva su riferimenti razziali e discriminatori.

La 33ma stagione doveva esordire su Paramount Network il 15 giugno. “Cops non tornerà e non abbiamo nessun piano attuale e futuro per un suo ritorno”, ha affermato un portavoce di Paramount Network. (Fonti: Agi, Adnkronos).