Alan Catterall resta chiuso in un forno, collega lo brucia vivo per errore

di redazione Blitz
Pubblicato il 21 Novembre 2014 - 09:39 OLTRE 6 MESI FA
Alan Catterall resta chiuso in un forno, collega lo brucia vivo per errore

Alan Catterall resta chiuso in un forno, collega lo brucia vivo per errore

LONDRA – Era entrato in un forno industriale per ripararlo, ma è morto nel modo più atroce. Alan Catterall, 54 anni di Runcorn nel Regno Unito, è bruciato vivo.

Un collega infatti non lo ha visto e ha chiuso lo sportello del forno azionandolo. Alan ha provato a uscire forzando la porta con un piede di porco ma nessuno ha notato nulla per via dei rumori della fabbrica.

I colleghi si sono insospettiti quando hanno visto uscire del fumo nero. Alan, padre di 3 figli, è morto in poco tempo e non c’è stata la possibilità di salvargli la vita.

I vertici dell’azienda sono accusati di omicidio colposo: Alan infatti non stava pulendo quel forno nelle condizioni di sicurzza previste dalla legge britannica.