Costa Azzurra, il re saudita fa chiudere la spiaggia. I turisti lo “cacciano”

di redazione Blitz
Pubblicato il 3 agosto 2015 15:46 | Ultimo aggiornamento: 3 agosto 2015 15:46
Costa Azzurra, il re saudita fa chiudere la spiaggia. I turisti lo "cacciano"

Costa Azzurra, il re saudita fa chiudere la spiaggia. I turisti lo “cacciano”

PARIGI – Ha fatto chiudere l’accesso alla spiaggia pubblica di Vallauris Golfe-Juan, in Costa Azzurra, e mandato via una poliziotta che vegliava alla sua sicurezza sulla battigia solo perché era donna. Ma alla fine dopo soli 8 giorni di travagliate vacanze, il re saudita Salman bin Abdelaziz Al Saudha ha desistito. Avrebbe dovuto trattenersi fino al 20 agosto, ma le proteste e il pubblico malumore raccolto in più di 150 mila firme, lo hanno convinto a fare i bagagli.

Una vittoria per turisti e residenti di Vallauris Golfe-Juan. Ma non per quanti, governo in testa, speravano di approfittare delle ferie del re per strappargli accordi milionari.

A guidare la protesta era stato Jean Noël Falcou, consigliere comunale ed esponente di una lista civica anti-corruzione. ll prefetto aveva provato a mediare, concordando con gli emissari sauditi una serie di modifiche rispetto ai piani originari di chiusura. Ma evidentemente la trattativa è saltata. E il re, offeso, è ripartito alla volta di Tangeri, in Marocco. Portando con sé buona parte del suo seguito: un migliaio di persone, distribuite nei grandi hotel di Cannes, dove erano state prenotate 500 camere, e buoni clienti dei ristoranti della zona.