Francia, protesta dei gilet gialli, il bilancio si aggrava: un morto, 409 feriti, 282 arresti

di redazione Blitz
Pubblicato il 18 Novembre 2018 11:37 | Ultimo aggiornamento: 28 Novembre 2018 10:18
Francia, protesta dei gilet gialli, il bilancio si aggrava: un morto, 409 feriti, 282 arresti

Francia, protesta dei gilet gialli, il bilancio si aggrava: un morto, 409 feriti, 282 arresti (Foto Ansa)

PARIGI – Si aggrava il bilancio dei feriti del sabato di protesta dei cosiddetti gilet gialli, che, in 282mila, hanno paralizzato la Francia per contestare gli aumenti al prezzo della benzina voluti dal presidente Emmanuel Macron. Le ultime cifre diffuse dal ministero dell’Interno francese parlano di un morto, 409 i feriti (di cui 14 gravi) e 282 manifestanti arrestati.

Per il ministro Christophe Castaner “siamo di fronte a una disorganizzazione totale, hanno tentato di entrare nelle prefetture, ci sono state azioni di grande violenza”. Intanto, 3.500 gilet gialli sono rimasti in azione tutta la notte. Domenica mattina i blocchi sono già 40 sulle autostrade. 

Sabato a Parigi i manifestanti, arrivati a un centinaio di metri dall’Eliseo, sono stati respinti dalla polizia in assetto antisommossa anche con i gas lacrimogeni e allontanati verso place de la Concorde, dove si sono temuti incidenti per la presenza di black bloc.

Altro punto caldo nei pressi del traforo del Monte Bianco, tra la Francia e l’Italia: per sgomberare alcune decine di “gilet gialli” che bloccavano completamente l’accesso anche qui sono stati lanciati gas lacrimogeni. E’ stato disposto il temporaneo blocco del transito dei mezzi pesanti nel tunnel tra l’Italia e la Francia. 

In Savoia, a Pont-de-Beauvoisin, una manifestante è rimasta uccisa dall’auto di una donna che si è trovata nei disordini ed è stata presa dal panico. La donna stava accompagnando la figlia piccola dal medico quando i manifestanti hanno cominciato a dare colpi alla sua auto. Impaurita, la conducente ha accelerato ed ha investito una manifestante, che è rimasta uccisa. Sotto shock, la donna è stata posta in stato di fermo. 

Nel frattempo gli ultimi dati sulla popolarità di Macron tracciano un quadro ancora più fosco per il presidente francese, la cui popolarità è precipitata al 25%, record minimo dopo l’ennesimo calo di quattro punti a novembre. Adesso secondo i sondaggi è solo un francese su quattro ad apprezzarne l’operato.