Robert Capa/ Nuove prove contro il “Miliziano Morente”. Era solo una foto di scena, non c’era niente di vero

Pubblicato il 18 agosto 2009 18:08 | Ultimo aggiornamento: 18 agosto 2009 18:08

capa_big_pic1C’è un nuovo investigatore sulle tracce delle foto celebri di Robert Capa. José Manuel Susperregui, professore di comunicazione all’università dei Paesi Baschi, è tornato sul dibattito riguardo al “Miliziano Morente”, lo scatto del 1936, in cui Capa ritrasse un soldato appena colpito a morte vicino Cordoba.

I dubbi sull’autenticità della fotografia si sono trascinati per decenni, ma ora sembra che il ricercatore spagnolo abbia in mano delle prove schiaccianti che dimostrino si tratti di una vera e propria foto di scena. Esaminando l’insieme degli scatti in sequenza della guerra civile spagnola, Susperregui ha osservato attentamente i particolari naturali dei paesaggi, interpellato i massimi esperti del territorio spagnolo e ha concluso che la catena montuosa che si intravede nel “Miliziano  Morente” non può essere vicino alla città di Cordoba.

Secondo il suo studio, infatti, il luogo dell’episodio si troverebbe ad almeno 35 miglia dalla città, in un luogo dove i combattimenti, è storicamente provato, non sono mai arrivati. Appare dunque difficile da credere che un fotografo, seppure il migliore in circolazione, riuscisse a immortalare la morte di un militare là dove militari non ce n’erano.